Milinkovic: “Lucarelli non voleva altri ko in trasferta. Gol dedicato al dottor Mento”

Milinkovic ai nostri microfoni

La sua quinta rete in giallorosso è anche la più importante. Manuel Milinkovic ha firmato il secondo blitz esterno della stagione, consentendo al Messina di replicare prontamente al successo della Reggina, una delle principali inseguitrici. La salvezza adesso è più vicina e la sua marcatura una perla di rara bellezza per la Lega Pro: “Questi inserimenti li avevo provati in settimana. Ecco perché De Vito si è buttato avanti e Foresta nello spazio, favorendo la mia progressione. Ho preso palla, ho superato un paio di difensori e poi realizzato con il portiere in uscita”.

Milinkovic

Manuel David Milinkovic (foto Chillemi)

Ai microfoni di Radio Amore, il franco-serbo di proprietà del Genoa ha voluto anche testimoniare la sua vicinanza ad uno dei principali collaboratori dello staff di Cristiano Lucarelli: “Dedico questa rete al nostro dottore Francesco Mento, per il grave lutto che lo ha colpito in settimana (è venuta a mancare la madre, ndc). Ora dobbiamo guardare a mercoledì, alla partita con l’Akragas. Riproponendo una simile prestazione potremo vincere ancora”.

La stagione di Milinkovic è stata caratterizzata da alti e bassi, con le gravi ingenuità nel derby di andata con la Reggina, cancellata con un altro eurogol in quello di ritorno, e la sfortunata prova con il Catania, nel quale avrebbe meritato maggiore fortuna. Le altalenanti esperienze con Ternana, Salernitana e Lanciano sembrano comunque decisamente alle spalle e l’ex calciatore di Cannes e Stella Rossa Belgrado ne è pienamente consapevole: “Cerco sempre di giocare bene, per la mia squadra e do il massimo in allenamento, anche se poi non faccio le scelte giuste sul campo. Oggi ci sono riuscito e sono contento anche per i compagni. Abbiamo offerto una prestazione di squadra importante. Con il mister ci eravamo detti di giocare da gruppo vero, anche perché lui era arrabbiatissimo. Non accettava più sconfitte in trasferta. “Dobbiamo giocare come se fossimo in casa”, ci ha ripetuto nei giorni scorsi. E siamo stati cattivi su tutti i palloni, compatti, sfruttando la prima vera occasione da rete e chiudendoci poi bene in difesa”.

Commenta su Facebook

commenti