Milazzo sorpreso da una San Pio X quadrata: Dall’Oglio fa 2-2 in rimonta

MilazzoIl Milazzo può celebrare un altro successo

L’occasione è di quelle ghiottissime in casa Milazzo per far festa: la riapertura al pubblico del Marco Salmeri coincide con la sfida valevole per la decima giornata del campionato di Eccellenza. I mamertini, reduci dalla vittoria esterna al Comunale Italia 90 sul Terme Vigliatore, ospitano il Catania San Pio X che ha dovuto invece chinare il capo di fronte allo Scordia al Bonaiuto Somma nell’ultima uscita.

Ma a mettersi di mezzo è la gran organizzazione tattica della formazione etnea che imbriglia nel primo tempo la compagine mamertina portandosi in vantaggio dopo appena 9 minuti grazie alla rete di Simone Abate, che replicherà nel secondo tempo, facendo calare il silenzio nello storico impianto di Via Grotta Polifermo, fortuna che la gran voglia di rivalsa dei rossoblu permetterà di raddrizzare una partita maledetta. Ancora una volta è Mariano Russo a suonare la carica per i suoi accorciando le distanze dagli 11 metri, a rendere la giornata meno amara, l’esordio con goal di Maurizio Dall’Oglio che allo scadere risolve una mischia in area fissando il risultato sul definitivo 2-2.

Cronaca. Assetto di gioco consolidato per il Milazzo che si schiera con un 4-3-3, con l’unica modifica di Rossano che torna titolare a sfavore di Arena, per il resto confermatissimo D’Amico tra i pali, linea difensiva con Russo e Marino centrali e Franchina e Di Stefano sulle corsie esterne, trittico in mediana formato da Alosi, Gatto e Longo, in avanti Rossano, appunto, con Lentini e La Piana. Prima convocazione in rossoblu per l’ultimo arrivato Maurizio Dall’Oglio, mister Ferrara recupera inoltre dall’infermieria Matteo Serio.

Milazzo che prova sin da subito a imporre il proprio gioco, mantenendo molto alta la retroguardia, e producendo al 2’ la prima occasione importante, con Lentini che spizza quanto basta all’altezza del primo palo, non arriva però a chiudere in rete l’accorrente Rossano, la sfera allora torna sui piedi dell’attaccante mamertino che aveva aperto l’azione, ma da pochi passi spara alto. 60 secondi più tardi i mamertini premono sull’acceleratore spinti anche dal tifo del Marco Salmeri, ma La Piana non riesce a mettere la partita in discesa quando dal limite dell’area con un destro sporco impegna Romano.

Al 9’ però primo campanello d’allarme di una giornata storta per i ragazzi della città del capo, è infatti il Catania San Pio X a portarsi avanti alla prima occasione, con un ritrovato Simone Abate che sfrutta un’uscita difettosa di D’Amico e lo fredda con un tocco morbido d’esterno destro. 12’ di gioco ci prova allora Longo dal limite a ristabilire la parità del punteggio ma il suo mancino viene deviato in corner da un difensore biancorosso, il Catania San Pio X ora fa quello che gli riesce meglio, ovvero attendere nella propria metà campo e ripartire in contropiede.

Il Milazzo di contro non riesce ad alzare il ritmo di gioco e nonostante la supremazia territoriale non produce più occasioni pericolose dalle parti di Romano, se non quando a un minuto dal termine della prima frazione di gioco, Franchina, dalla destra, mettere il pallone con i giri giusti sulla testa di Longo che, dall’altezza del dischetto del rigore, manca il bersaglio grosso. Squadre alla pausa sul sorprendente vantaggio del Catania San Pio, grazie alla rete di Abate.

Si torna in campo senza cambi per il momento tra le due formazioni, il pomeriggio diventa nerissimo per i rossoblu, nonostante un tiepido sole di San Martino, quando a 4 minuti dalla ripresa del gioco è ancora Abate a gonfiare la rete ed a far calare il silenzio sull’impianto di Via Grotta Polifemo. Badje recupera palla, forse con un fallo, su Russo, innesca in profondità il numero 9 biancorosso che viene frenato in un primo momento dall’uscita bassa di D’Amico, per poi battere a rete per il raddoppio della formazione di mister Anastasi.

Prova subito a correre ai ripari il tecnico barcellonese Ferrara, gettando nella mischia Crinò e Antonuccio per Rossano e Marino e mantenendo per il momento il medesimo assetto tattico. Due minuti più tardi torna in campo anche Serio che prende il posto di un nervosissimo Natale Gatto. E’ proprio il neo entrato a dare un pò di verve alla manovra offensiva dei locali, una sua spizzata infatti libera a tu per tu con l’estremo difensore etneo Lentini, l’attaccante ex Cus Palermo però spara a salve addosso a Romano .

Superata da una manciata di secondi l’ora di gioco, fa il suo esordio in maglia rossoblù Maurizio Dall’Oglio che prende il posto di Di Stefano, a seguire anche Arena prende il posto di Antonuccio . Passa ora ad un ultra offensivo 4-2-4 mister Ferrara, con Dall’Oglio e Franchina al centro della difesa, Arena e Russo ad agire da terzini, davanti a loro La Piana da un lato e Serio dall’altro, Crinò in avanti fa coppia con Lentini. Al 24’ della ripresa su una travolgente azione personale di La Piana, è ancora Lentini, che conferma la poca brillantezza sotto porta quest’oggi, che non riesce a spingere in rete il goal del possibile 1-2.

Tre minuti più tardi, è Serio che riesce a prendere il fondo mette il pallone in area, Crinò con una spettacolare sforbiciata manca la porta per questione di centimetri. Eccolo al 31’ del secondo tempo l’episodio che può cambiare il pomeriggio dei mamertini, un dinamico arena, punta Badje, costretto all’atterramento proprio al limite d’area, alla trasformazione va Russo che a differenza di due settimane fa non sbaglia e sigla la sua terza marcatura stagionale. A tre minuti dallo scoccare del 90’ è totalmente riversato in avanti il Milazzo, che ci prova ancora con la solita sventagliata di Alosi che trova Serio in area, bravissimo a girarsi, ma sfortunato a trovare ancora una volta Romano sulla sua strada.

Allontanato per proteste anche Pasquale Ferrara, per lo più sono palloni lunghi per i locali, il più brillante in campo ora è Anthony Arena che prova ad innescare Lentini senza fortuna, dall’ennesimo angolo che ne consegue Serio prova a correggere in porta ma trova Crinò sulla sua strada . Ora il Milazzo meriterebbe quantomeno il pari, siamo al 90 + 7, quando dall’ennesimo calcio di punizione conquistato da Arena, Alosi mette il pallone in the box, smanaccia sui piedi di Franchina Romano, il terzino rosoblu calcia in porta e trova la provvidenziale deviazione di Maurizio Dall’Oglio.

Segue la festa dei tifosi locali e il triplice fischio del direttore di gara. Si dividono un punto ed un tempo a testa le due formazioni. Milazzo che per il rotto della cuffia riesce a raddrizzare un pomeriggio che sarebbe potuto diventare catastrofico e dispone ora di 6 giorni per prepararsi al meglio al big match in serale che vedrà i ragazzi del presidente Velardo far visita al Camaro.

SSD 1937 Milazzo-Catania San Pio X 2-2
Marcatori: 9’, 49’ Abate, 76′ Russo, 97′ Dall’Oglio

SSD 1937 Milazzo : D’Amico, Russo, Marino (55’ Crinò), Alosi, Franchina, Di Stefano (61’ Dall’Oglio) , La Piana, Gatto (57’ Serio) , Lentini, Longo, Rossano (55’ Antonuccio – 68’ Arena).
A disposizione: Di Dio, Antonuccio, Garofalo, Dall’Oglio, Caldore, Serio, Presti, Crinò, Arena.
Allenatore: Pasquale Ferrara
Catania San Pio X: Romano, Spampinato, Mascali, Gatto (79’ Giuffrida) , Russo, Scalia, Kamara, Santanna, Abate, Garufi, Badje.
A disposizione: Signorino, Cavallaro,Marino, Asero, Vadalà, Bruno.
Allenatore: Giuseppe Anastasi

Arbitro: Francesco Comito di Messina Assistenti: Giuseppe Torre di Barcellona P.d.G e Francesco Quattrotto di Messina.

Ammoniti: Marco Russo, Romano, Garufi (CSP), Gatto, Alosi, Crinò, Longo (M).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti