Milazzo, Ardiri punta già la Jonica: “Partita che ci può dare lo slancio giusto”

Andrea ArdiriAndrea Ardiri, centrocampista del Milazzo

Il 2018 rossoblù è terminato con un buon pareggio a Santa Croce Camerina, che ha consentito alla squadra di Pasquale Ferrara di chiudere l’anno in zona playoff. Archiviati i bagordi natalizi, il Milazzo ha già messo nel mirino la prima sfida del 2019, quella contro la Jonica di Mimmo Moschella che nella gara d’esordio del campionato tirò un brutto scherzetto. In questo girone d’andata, Andrea Ardiri si è confermato uno dei punti di forza di questo Milazzo, confermando il proprio legame con un gruppo dirigente che conosce dai tempi del Pistunina.

Il centrocampista si ritiene soddisfatto di questa prima parte di stagione: “E’ inevitabile che ci sia rammarico per i punti persi nelle primissime giornate, penso soprattutto alla sconfitta con la Jonica e al pareggio con l’Atletico Catania. Però queste difficoltà sono comprensibili, siamo una squadra tutta nuova, così come la società. L’ultimo turno ci ha dato un punto importante, ottenuto dopo essere rimasti in dieci per un’ora. Avevamo come obiettivo quello di chiudere l’anno in zona playoff e ci siamo riusciti”.

Andrea Ardiri

Andrea Ardiri, centrocampista del Milazzo

Qualche pareggio di troppo ha rallentato la corsa di un Milazzo che però ha spesso rimediato con temperamento a qualche difficoltà: “Tante volte questa squadra ha saputo reagire alle difficoltà, penso ad esempio alla partita con il Catania San Pio. In queste categorie rimontare due gol è molto difficile, ma abbiamo avuto una bellissima reazione nel finale. La settimana successiva abbiamo vinto in un campo davvero ostico come quello del Terme Vigliatore”.

La classifica però non dà certezze, mai come quest’anno il campionato sembra improntato verso il più totale equilibrio: “Quest’anno il campionato è livellato, ci sono tante squadre in tre o quattro punti. Non ci si deve esaltare per una vittoria come non ci si deve demoralizzare per una sconfitta perché da una giornata all’altra gli scenari possono cambiare completamente. Credo che non ci dobbiamo guardare da nessuno se non da noi stessi, dobbiamo vivere e preparare le partite una alla volta senza fare calcoli cercando di ottenere sempre il massimo”.

Per Ardiri questo Milazzo deve saper sfruttare meglio le sfide sulla carta un po’ più agevoli, a partire da quella contro la Jonica, che sarà ospite al “Salmeri” il prossimo 5 gennaio: “La prima partita dopo la sosta è sempre un’incognita, lo stacco è di tanti giorni e poi inciderà anche il tipo di lavoro che le squadre hanno fatto in questi giorni. Noi stiamo preparando quella partita come se fosse la più importante dell’anno e sotto un certo punto di vista lo è, perché vincendo si avrebbe una bella spinta anche per le sfide successive. Il mister, com’è noto, è molto attento alla preparazione atletica, stiamo lavorando duro anche se non stiamo vivendo la settimana tipo com’è normale che sia”.

Commenta su Facebook

commenti