Messina, un ’99 per l’attacco. Il Cosenza potrebbe girare a gennaio Marco Stranges

Marco StrangesMarco Stranges con la divisa del Cosenza

Dopo Emanuele Gattabria, ’98 scuola Palermo in arrivo dall’Igea Virtus, e Salvatore Serleti, ’98 cresciuto nel vivaio del Crotone, quest’anno al Porto Tolle, il Messina sta cercando di assicurarsi anche l’attaccante Marco Stranges, ’99 di proprietà del Cosenza. Un giovane di cui si parla molto bene in Calabria, dove è stato però condizionato da qualche acciacco fisico di troppo. Si tratta di un elemento che fa della rapidità la sua migliore dote e che è a suo agio sulle corsie esterne, tanto care al tecnico peloritano Giacomo Modica.

Marco Stranges

Marco Stranges in allenamento con il Cosenza

Stranges, originario di Lamezia Terme, mancino di piede, è molto bravo nell’uno contro uno. Per caratteristiche ricorda quindi, con le ovvie proporzioni, l’ex Città di Messina Filippo Tiscione. Nel corso del 2017, è stato anche invitato per tre provini in Austria e Germania, con Red Bull Salisburgo, Unterhaching e Bayern Monaco. Proprio gli infortuni ne hanno fin qui condizionato il processo di crescita. Ecco perchè il club silano si è convinto a girarlo in prestito in D, per garantirgli minutaggio.

Serrati i contatti tra la dirigenza peloritana e il direttore sportivo del Cosenza Stefano Trinchera, che comunque è pressato da altri club dilettantistici, come Vibonese e Palmese. Essendo tesserato per un club professionistico, potrà essere girato all’ACR o a qualche altra società di serie D soltanto a inizio gennaio, all’apertura del mercato di Lega Pro. La formula sarebbe ovviamente quella del prestito secco, dal momento che il Cosenza già da qualche stagione ha scommesso sulle qualità di Stranges. Il direttore sportivo Francesco Lamazza e Modica sperano di battere sul tempo la concorrenza per chiudere il cerchio tra gli under.

Commenta su Facebook

commenti