Il Messina si esalta contro la Sampdoria nel Campionato Italiano  

Crescono le ambizioni del Messina nel Campionato Italiano di calcio a 5, giunto alla 14esima giornata. Sul sintetico de “Il Campetto” di Viale Gazzi, funzionale impianto sportivo sito all’interno dell’Istituto Quasimodo, la squadra cara al duo Duca-Pintaudi ha superato l’esame Sampdoria, compagine detentrice del torneo, con il punteggio di 13-8.

Un calcio di punizione per la Sampdoria

Decisivo il grintoso approccio alla partita dei giallorossi, che, illuminati dalle giocate e, soprattutto, dalle realizzazioni a ripetizione del talentuoso Trovato, si portano subito sul 5-0 contro i blucerchiati, presentatisi in formazione rimaneggiata. Orgogliosa è, comunque, la reazione di Costanzo e compagni, che cercano di riportarsi in scia e chiudono il primo tempo sotto di 3 gol (6-3).

Nella ripresa, i “liguri” accorciano ulteriormente le distanze (7-5 e poi 8-6), ma, fiutato il pericolo, i biancoscudati pigiano nuovamente il piede sull’acceleratore e, grazie alle reti di Coppolino, Scucchia e Burrascano, due volte a bersaglio nel finale, si assicurano l’intera preziosa posta in palio. Impeccabile la direzione di gara. In virtù di questo successo, l’undicesimo stagionale, il Messina ha agganciato al terzo posto la Spal (34 punti), a tre sole lunghezze dalle battistrada Juventus e Ternana. Sesta è, invece, la Sampdoria a quota 27.

Il pressing portato dai giallorossi

TAB. MESSINA-SAMPDORIA 13-8 (p.t. 6-3)

MARCATORI: Trovato 4 (M), Mondo 3 (M), Burrascano 2 (M), Coppolino 2 (M), Scucchia (M), Spadaro (M), Costanzo 5 (S), Berbiglia 2 (S) e Giunta (S).

MESSINA: Rebecchi, Scucchia, Mondo, Trovato, Coppolino, Burrascano, Spadaro.

SAMPDORIA: Morabito, Costanzo, Giuffrida, Berbiglia, Giunta.

ARBITRO: Olimpio.

LE SINTESI DELLA PARTITA 

L’INTERVISTA AI PROTAGONISTI

Commenta su Facebook

commenti