Messina, Cassaro: “Ora va bene. Partiti in ritardo, ma stiamo rispondendo sul campo”

Riccardo CassaroRiccardo Cassaro ai nostri microfoni

Era arrivato in estate, tra i “fedelissimi” di Antonio Venuto. Un infortunio lo ha messo fuori causa per buona parte di un girone d’andata che ha visto il Messina cambiare guida tecnica, attraversare un periodo nerissimo e riuscire, solo nell’ultimo turno, a lasciare la zona playout. Per il difensore Riccardo Cassaro, titolare in occasione delle sfide vinte contro Paceco e Isola Capo Rizzuto, il momento più duro è ora alle spalle: “Ho avuto un problema muscolare. All’inizio sembrava una semplice elongazione, ma poi si è rivelato uno stiramento, come emerso dagli esami fatti col dott. Fugazzotto. Così sono stato fermo un mese e mezzo, in più ci sono voluti altri 15 giorni di allenamenti con lo staff prima di rientrare in squadra. Ora sto bene e posso dare il mio contributo”.

Riccardo Cassaro

L’esperto difensore Riccardo Cassaro

“Sono stato uno dei primi acquisti del club – ricorda il ventottenne difensore ripensando all’estate – arrivando a Messina grazie al mister Venuto. Nel calcio si sa quando non ci sono i risultati paga sempre l’allenatore. Col mister Modica sono arrivati anche tramite un gioco importante, Siamo partiti in ritardo ed abbiamo sofferto, ora stiamo dando delle risposte sul campo. Spero che nel girone di ritorno si possano dare tante soddisfazioni ai tifosi”.

Il reparto arretrato è finito spesso in questa stagione sul banco degli imputati, a causa dei 25 gol subiti in 17 gare. Cassaro replica così: “Quando la squadra subisce gol la colpa viene data al portiere o ai difensori. E’ sempre merito di tutti o colpa di tutti. Noi daremo il massimo contributo per questa gloriosa maglia”.

Riccardo Cassaro

Riccardo Cassaro guida il gruppo

Andati via Tricamo e Colombini, il reparto difensivo sembra adesso però numericamente ridotto per affrontare il girone di ritorno: “Il mister ha fatto delle scelte tecniche, come anche la società. Dispiace, ma il calcio è questo, i giocatori vanno e vengono. Per noi è importante che chi sia rimasto dia il proprio contributo per una città e dei tifosi che meritano veramente tanto”.

Commenta su Facebook

commenti