Messina, quante assenze: prima per Ascione e Masocco. Con il Monopoli squadra obbligata

Acr Messina-Martina FrancaL'esultanza dei giallorossi

Nessun acquisto sul mercato e tante defezioni. Il Messina giunge alla delicata sfida del “San Filippo” contro il Monopoli (calcio d’inizio sabato alle 14) con una rosa ristretta. L’infermeria è piena ed Arturo Di Napoli è stato costretto ad inserire nell’elenco dei ventuno convocati anche i centrocampisti della “Berretti” Andrea Ascione (’97) e Yuri Masocco (’96), entrambi alla prima chiamata.

Arturo Di Napoli

Le indicazioni di Arturo Di Napoli

C’è da fare i conti con i forfait del lungodegente Palumbo, per il quale i tempi di recupero si sono considerevolmente allungati, e di Parisi, Padulano, Bramati e Cocuzza. L’attaccante palermitano ha fatto comunque progressi e può considerarsi sulla via del rientro. A completare la lunga lista di indisponibili il terzo portiere Di Stasio. L’unica nota lieta è rappresentata dal rientro di Berardi, tornato regolarmente a disposizione del tecnico. Tuttavia dovrebbe essere ancora Addario a difendere i pali della porta giallorossa. La difesa è praticamente obbligata: Barilaro a destra, Burzigotti e Martinelli al centro, De Vito sulla corsia di sinistra. In mezzo al campo il terzetto Fornito-Baccolo-Giorgione. Davanti sicuri di un posto Gustavo e Tavares. Leonetti dovrebbe infine spuntarla su Salvemini per l’altra maglia nel tridente offensivo.

Gustavo

Gustavo prova a sgusciare via a un

A parte Zanini non sono molte le vere alternative in panchina, da utilizzare a match in corso. Barraco è annunciato sul piede di partenza, così come Frabotta e Biondo. Tutti e tre dovrebbero lasciare lo Stretto nell’ultimo giorno della campagna trasferimenti invernale che chiuderà i battenti lunedì 1 febbraio alle 23. La società ha scelto fin qui l’immobilismo sul mercato per l’attesa legata alla sentenza che riguarda Arturo Di Napoli nell’ambito del processo sul calcioscommesse, protrattasi per almeno due settimane in più rispetto alle previsioni iniziali. Il ds Argurio inevitabilmente sarà costretto agli straordinari proprio in extremis. I nomi delle pedine da inserire nell’organico giallorosso sono quelli già noti: in primis Russo, Scardina e Barisic.

Il solito, inesauribile, Giorgione

Il solito, inesauribile, Giorgione

La richiesta di condanna (4 anni) nei confronti di Re Artù è stata pesantissima, ma l’auspicio è che possa uscirne nel migliore dei modi. Dopo aver scritto da giocatore pagine incredibili nella storia del Messina ed essere poi stato ad agosto il principale artefice del nuovo corso dell’ACR, il mondo giallorosso fa il tifo per lui. Intanto c’è da pensare al Monopoli, con tutte le difficoltà di formazione. In nove giornate il Messina è riuscito a battere soltanto il Martina, pur conservando una posizione di classifica tranquilla. Il +7 sui playout conforta, ma vincere sabato avrebbe un’importanza capitale, essendo oggi il Monopoli appena un punto sopra la zona a rischio. Se Giorgione e compagni non stanno attraversando un grande momento, i pugliesi non vincono addirittura da novembre. Fare bottino pieno contro la squadra dell’ex Croce consentirebbe di mettere un mattone forse decisivo nella strada verso la salvezza e programmare il futuro con maggiore tranquillità.

La curva sud del San Filippo

La curva sud del San Filippo

L’elenco dei ventuno convocati del Messina per la sfida con il Monopoli: Addario, Ascione, Baccolo, Barilaro, Barraco, Berardi, Biondo, Burzigotti, De Vito, Fornito, Frabotta, Fusca, Giorgione, Gustavo, Leonetti, Masocco, Martinelli, Russo, Salvemini, Tavares, Zanini.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com