Messina, con la Sancataldese l’incredibile pari in rimonta del ’98: da 2-0 a 2-2

Leo Criaco in azione con la maglia del Messina

Sancataldese-Messina di domenica prossima è il penultimo appuntamento in trasferta del campionato per il Messina di Giacomo Modica. Pochi precedenti tra le due formazioni, tutti negli anni ’90. I peloritani non hanno mai vinto allo stadio “Mazzola”, rimediando due soli pareggi. Nel Cnd edizione 1995-96 il confronto si chiuse a reti bianche. Nel 1996-97, invece, furono i padroni di casa a spuntarla con il punteggio di 2-1. Di Torregrossa al 52′ e Russello su rigore al 68′ i gol della Sancataldese. Procopio, all’84’, riuscì soltanto ad accorciare le distanze. Anche la Peloro, in quel torneo, finì battuta dai nisseni per 1-0.

Pietro Ruisi, tecnico del Fc Messina nella stagione 1997-98

L’ultimo precedente risale alla stagione 1997-98. La squadra allenata da Pietro Ruisi, lanciatissima verso la promozione in C2, venne però bloccata dalla Sancataldese sul 2-2. Era l’8 febbraio 1998. Una rimonta incredibile quella confezionata dai giallorossi che erano andati sotto per 2-0, a causa dei gol realizzati per i locali da Galvagna (64′) e Iapicone (76′). Negli istanti conclusivi i centri di Criaco (autore di ben 15 marcature in quel campionato), su punizione, al 90′ e di Pannitteri al 92′ consentirono al Messina di riequilibrare le sorti di un incontro che sembrava perso, evitando quella che sarebbe stata la prima sconfitta in campionato. Il salto di categoria venne celebrato poi matematicamente alla penultima giornata, grazie all’1-0 casalingo contro il Rende.

Ecco la formazione di quella partita tra Sancataldese e Messina, finita 2-2: Manitta, Beccaria, Guercio, De Rosa, Sansone, Criaco, Pannitteri, Berti, Zottoli (93′ Perfetti), Romano (93′ Adelfio), Sparacio.

Commenta su Facebook

commenti