Manfredi: “Con Vasco Rossi speriamo di bissare il successo di sette anni fa”

Il palco che nell'estate 2010 venne realizzato sotto la Curva Sud, per ospitare l'esibizione di Ligabue

A distanza di cinque anni lo stadio San Filippo tornerà ad ospitare alcuni eventi musicali di primissimo piano. La Giunta presieduta dal sindaco Renato Accorinti ha deliberato infatti la concessione dell’impianto all’Agenzia “Musica da Bere” di Catania, per la realizzazione di due grandi concerti di Vasco Rossi e Jovanotti.

L'ex presidente dell'ACR Messina Lello Manfredi, che con la sua "Sud Dimensione Servizi" collaborerà all'organizzazione dei due concerti di Vasco Rossi e Jovanotti

L’ex presidente dell’ACR Messina Lello Manfredi, che con la sua “Sud Dimensione Servizi” collaborerà all’organizzazione dei due concerti di Vasco Rossi e Jovanotti

A curare l’organizzazione sarà lo stesso duo che portò il rocker più amato d’Italia al San Filippo, il 7 luglio del 2007. Anche allora infatti ad assicurarsi l’esibizione del “Blasco” furono la società etnea di Carmelo Costa, con la collaborazione della “Sud Dimensione Servizi” di Lello Manfredi, imprenditore noto in città anche per la presidenza “pro tempore” dell’ACR Messina, all’epoca scampato ad un fallimento ormai certo.

A manifestare la sua soddisfazione per la concessione ottenuta da Costa è proprio Manfredi: “Da otto mesi attendevamo questa risposta positiva. Il nostro obiettivo è quello di recuperare il concerto di Vasco Rossi che sfumò tre anni fa per l’improvvisa frana che si verificò a ridosso dello stadio. Tengo a precisare che in quell’occasione abbiamo rimborsato i 41.000 spettatori che avevano acquistato un biglietto e che poi non presentammo alcuna richiesta di risarcimento danni al Comune, che pure sarebbe stata sicuramente accolta”.

Ad originare una delle pagine più nere nella storia recente della città fu infatti un macroscopico errore progettuale. L’inchiesta giudiziaria della Procura e le relative perizie dei tecnici dimostrarono infatti che le travi del muro collassato erano state incredibilmente montate al contrario! “Avremmo potuto fare causa e Palazzo Zanca si sarebbe eventualmente dovuto rivalere sulla ditta che eseguì gli interventi” aggiunge Manfredi.

La “Sud Dimensione Servizi” si è occupata dell’organizzazione di tutti i principali eventi organizzati nello stadio messinese: “Con Lorenzo Parisi curammo il concerto di Jovanotti, che ha inaugurato ufficialmente lo stadio San Filippo nel giugno del 2007. In quella stessa estate e nel 2008 si esibì Vasco Rossi, mentre insieme a Nuccio La Ferlita di “Musica e Suoni” nel 2010 abbiamo ottenuto la data dedicata a Ligabue”.

Il palco che nell'estate 2010 venne realizzato sotto la Curva Sud, per ospitare l'esibizione di Ligabue

Il palco che nell’estate 2010 venne realizzato sotto la Curva Sud, per ospitare l’esibizione di Ligabue

La concessione ottenuta dal Comune prevede l’uso delle aree interne ed esterne dello stadio, della foresteria e dei parcheggi, dal 6 luglio al 6 agosto 2015, in cambio di un consistente versamento di poco superiore ai 52.000 €.

Le aspettative degli organizzatori ovviamente sono elevate: “I 42.000 spettatori che seguirono il primo concerto di Vasco Rossi nel 2007 rappresentano il record assoluto per un evento live in Sicilia. Palermo e Catania d’altronde hanno spazi più piccoli, considerato che le rispettive capienze dei due stadi sono di 33.000 e 27.000 posti. Confidiamo in una buona affluenza, con pubblico atteso da tutto il Sud Italia. Quella di Messina sarà d’altronde l’unica data da Roma in giù per Vasco Rossi. Speriamo quindi di bissare il risultato record di sette anni fa. La tournée di Jovanotti invece è in fase di definizione a Milano e soltanto nelle prossime ore si conoscerà nel dettaglio il calendario dei suoi concerti”.

La riconsegna del muro è ormai prossima e quindi la capienza dello stadio potrà essere ampliata. Per consentire un così consistente afflusso di pubblico saranno però necessari ulteriori interventi: “E’ importante evidenziare che ogni onere è a carico nostro, come l’eventuale rifacimento del manto erboso in caso di danneggiamenti. Il Comune dovrà impegnarsi per garantire la migliore viabilità possibile – ammette Manfredi – La strada che conduce al PalaRescifina era chiusa anche in occasione degli ultimi concerti. Ma è ovvio che il concerto può essere un pretesto. L’Amministrazione sarà stimolata ad intervenire per ampliare la capienza dello stadio e questo rappresenterebbe un vantaggio anche per la squadra di calcio. In tal senso confidiamo nell’operatore del Comune e nel responso positivo da parte della Commissione di Vigilanza”.

Commenta su Facebook

commenti