Lucarelli: “Per il Taranto è uno spareggio. Sfidiamo sempre chi non può sbagliare”

Cristiano LucarelliIl tecnico Cristiano Lucarelli (foto Alessandro Denaro)

A presentare la sfida salvezza con il Taranto è stato il tecnico Cristiano Lucarelli nella tradizionale conferenza stampa pre-match. “La partita di domenica è molto importante, ma non si deciderà tutto in questi 90′, qualunque risultato venga fuori. Dovremo sudarci la salvezza fino all’ultima giornata di campionato. Conosciamo le nostre problematiche: serve una prestazione di spessore per affrontare con serenità le ultime otto partite”.

Lucarelli

In settimana Lucarelli è stato nostro gradito ospite

I pugliesi ci arrivano dopo il ko interno con l’Akragas: “La difficoltà è trovare una squadra che viene da una sconfitta casalinga. Mi piace poco affrontare questi avversari che poi danno qualcosa in più, invece ci capita sempre per uno strano destino del calendario. Loro nelle interviste parlano di partita della vita e autentico spareggio. Sportivamente parlando verranno a fare la guerra. Avevano fatto quattro risultati utili, poi hanno perso inaspettatamente una partita. Sarà una sfida difficile e in casa avremo tutti scontri diretti da qui alla fine. In partite contro squadre che appartengono a piazze importanti hai la tensione alta. Questa è una squadra che sta facendo meno del valore della rosa generale, ha giocatori forti per la categoria che non sono evidentemente riusciti ad esprimere il proprio potenziale”.

Ne risentirà il bel gioco, ma a nove giornate dal termine non è certo la priorità: “Sicuramente mi attendo una squadra che verrà a Messina per cercare di fare risultato con le unghie e con i denti. Difficilmente in questi casi si vede lo spettacolo, ma questo non mi interessa più di tanto in questa fase del campionato. Non subire gol negli ultimi 180’, concedendo poco o nulla all’avversario significa che la mia squadra ha capito che bisogna essere più concreti e meno frivoli”.

Musacci

Musacci in fase di copertura (foto Giuseppe Scialla)

Indisponibili lo squalificato Musacci e Marseglia, ancora infortunato: “L’assenza di Gianluca? Ci sono in rosa almeno due giocatori che possono ricoprire quel ruolo, valuteremo chi sarà più adeguato a fare il play e chi il trequartista dietro le punte. Crediamo che loro possano proporre qualche altro modulo rispetto al 4-3-3 e ci siamo preparati anche ad altri sistemi”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com