L’Orlandina stende la Tiger nel derby: al “Micale” è 3-0

Un undici dell'Orlandina

L’Orlandina fa festa nel derby e si rilancia dopo un momento a dir poco tribolato. Al “Ciccino Micale”, davanti ad una bella cornice di pubblico, i paladini superano 3-0 la Tiger Brolo, inaugurando nel migliore dei modi la gestione Alacqua, tuttavia squalificato e rimpiazzato in panchina dal preparatore atletico Princiotta. Tra i padroni di casa assenti Hiemer, Reuter e Quotschalla. Per i gialloneri in campo la stessa formazione che una settimana fa ha battuto il Noto, ad eccezione dello squalificato Lupo, rilevato da De Cristofaro. Al 24′ la prima vera occasione della partita, con Ferrante che  spedisce alto di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Isgrò. D’Arrigo ci prova quindi per due volte. Al 43′ Isgrò serve in mezzo Calabrese, sulla splendida sforbiciata dell’attaccante salva tutto Davì che sulla linea allontana il pallone. Ad un minuto dall’intervallo Calabrese, già ammonito, tocca il pallone con le mani: per Minafra di Roma 2 ci sono gli estremi per il secondo giallo della gara e Tiger costretta dunque all’inferiorità numerica. Inutili le proteste dei padroni di casa, per il quali il gesto era involontario.

I tifosi dell'Orlandina

I tifosi dell’Orlandina

In avvio di ripresa l’Orlandina manda in campo Braha per Di Gregorio, aumentando il potenziale offensivo. Maouel cerca di trascinare i suoi. Al 53’ Campagna va al tiro da fuori, impensierendo D’Alessandro. E’ il preludio al gol del vantaggio. Maouel scatta sulla sinistra e mette in mezzo per Lima che, da pochi passi, non può sbagliare: 1-0. La Tiger prova a reagire e colpisce la traversa con Takyi che, nel tentativo di anticipare Frittitta, rischia l’autorete. Il finale è incandescente. Anche l’Orlandina resta infatti in dieci per l’espulsione di Campagna che all’81’ rimedia la seconda ammonizione della partita. La formazione di Bellinvia spinge e al 91’ Di Senso impegna severamente Pandolfo su punizione. Per i gialloneri non è però giornata e successivamente Guerriero, al 2′ di recupero, firma in contropiede il 2-0, sfruttando l’assist di Braha. A chiudere i conti è l’autogol di Frittitta che al 94′ beffa D’Alessandro in scivolata. Un 3-0 che fa gioire i paladini dopo un avvio di stagione stentato. La Tiger Brolo, invece, si lecca le ferite ed è chiamata al riscatto domenica prossima a Rende.

Bellinvia. allenatore della Tiger Brolo

Bellinvia. allenatore della Tiger Brolo

ORLANDINA-TIGER BROLO 3-0
Marcatori: 54’ Lima, 92’ Guerriero, 94’ aut. Frittitta
Orlandina: Pandolfo, Davì (64’ Tosto), Takyi, Pallone, Matinella, Raveduto, Mincica, Campagna, Lima, Di Gregorio (46’ Braha), Maouel (78’ Guerriero). All. Princiotta (Antonio Alacqua squalificato)
Tiger Brolo: D’Alessandro, Ferrante, Falanca, D’Arrigo, Kouadio, Perricone, De Cristofaro (68’ Addamo), Bica Badan (49’ Frittitta), Calabrese, Isgrò, Aloe (70’ Di Senso). All. Bellinvia.
Arbitro: Giorgio Ermanno Minafra di Roma 2. Assistenti: Caico di Agrigento e Cino di Enna.
Ammoniti: Di Gregorio, Davì, Matinella (O); Perricone, D’Arrigo, Frittitta (T). Espulsi: 44’ Calabrese (T) e 81’ Campagna (O) per doppia ammonizione.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti