L’Orlandina raggiunta sul 3-3 dal Roccella. Non basta la doppietta di Quotschalla

L'attaccante tedesco dell'Orlandina Marco Quotschalla

Si è concluso con uno spettacolare pareggio (3-3) il match tra Roccella ed Orlandina, che lascia un po’ di rammarico agli ospiti che non sono stati capaci di amministrare un doppio vantaggio. I locali, reduci dal blitz di Gliaca di Piraino contro la Tiger Brolo ed all’esordio in D dopo l’esaltante promozione della passata stagione, hanno offerto un buon calcio ma pure sofferto oltremisura la predisposizione offensiva degli ospiti, trascinati dallo scatenato tedesco Quotschalla, autore di una doppietta.

L'attaccante tedesco dell'Orlandina Marco Quotschalla difende un possesso nel derby con il Due Torri

L’attaccante tedesco dell’Orlandina Marco Quotschalla difende un possesso nel derby con il Due Torri

Già al 6’ l’Orlandina è andata a segno. Matinella è stato messo giù in area ed il direttore di gara ha assegnato il rigore che è stato trasformato dalla punta arrivata dalla Germania. La reazione della squadra amaranto è stata però dirompente. Al 10’ è arrivato il pareggio di Carbone, bravo a superare il portiere Hiemr in disperata uscita ed a segnare da posizione defilata. Al 20’ locali vicini al bis con una bella azione di Dorato che ha lasciato sul posto il “colored” Takyi ma il suo diagonale è stato deviata in angolo dal portiere paladino. Due minuti dopo ancora Carbone ha centrato in pieno la traversa. Prima del riposo anche il gran sinistro al volo di Maiese ed un diagonale di Di Gregorio.

Anche a Roccella il centrocampista Baldo Di Gregorio ha confermato le sue doti di grande combattente

Anche a Roccella il centrocampista Baldo Di Gregorio ha confermato le sue doti di grande combattente

In avvio di ripresa la nuova accelerazione dell’Orlandina, al 12’ nuovamente in vantaggio. Sugli sviluppo di un corner Matinella ha superato con un sinistro di prima intenzione Belcastro. Sette minuti più tardi il tris di testa con Quotschalla. Ancora una volta determinante la reazione del Roccella, che prima ha pareggiato con lo stacco di Coluccio su angolo calciato da Laaribi e poi con il subentrante Ortolini di piatto destro ha superato il bravo Hiemr. Infine il colpo di testa del solito Coluccio, che avrebbe addirittura potuto siglare il 4-3. Sarebbe stata una punizione eccessiva per una buona Orlandina, al secondo pareggio in due giornate dopo lo 0-0 imposto al Torrecuso.

Negli spogliatoi, soddisfatto a metà il presidente dell’Orlandina Massimo Romagnoli, che dopo avere pregustato la vittoria ha analizzato il match con sportività: “Penso che il pareggio sia sostanzialmente giusto. Certo, in vantaggio di due reti ci siamo fatti raggiungere, per qualche distrazione che mi auguro non si verifichi più”. Ad ogni modo è confortante la costante crescita del gruppo di Pasul’ko, che ha scontato un turno di squalifica.

La formazione titolare dell'Orlandina

La formazione titolare dell’Orlandina

ROCCELLA – ORLANDINA 3 – 3

MARCATORI: 6°pt Quotschalla (Or) su rigore, 10°pt Carbone (Ro), 12°st Matinella (Or), 19°st Quotschalla (Or), 21°st Coluccio (Ro), 37°st Ortolini (Ro).

ROCCELLA (3-5-2): Belcastro (95), Pastore (95), Saraco (96) (25’ st Nosa), Pzzoleo (94), Minici (19’ st Criniti), Coluccio, Laaribi, Calabrese, Carbone, Maiese, Dorato (18’ st Ortolini). In Panchina: Logatto, Cassaro, Fulco, Memia, Iacopetta, Mallamaci. Allenatore: Galati.

ORLANDINA: (4-4-1-1): Hiemr (95), Mincica (43’ st Lonardo), Reuter, Pallone (94), Takyi, Matinella, Tosto (97), Campagna, Quotschalla (35’ st Messina), Di Gregorio (40’ st Maouel), Ravveduto. In panchina: Pandolfo, Sadani, Galia, Di Bello, Castorina. Allenatore: Pasul’ko (squalificato).

ARBITRO: Di Giovanni di Brescia (Sciammarella di Paola e Zangari di Catanzaro)

NOTE: spettatori 900 circa. Espulso Laaribi del Roccella al 44°st; ammoniti: Pastore e Dorato (Ro); Matinella e Campagna (Or). Angoli: 7-3. Recupero: 1’ pt; 6’ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti