Lo Monaco: “Pronti a garantire i bus navetta se da Benevento faranno richiesta”

Lo MonacoUn primo piano del patron dell'ACR Messina Pietro Lo Monaco

Ancora nessuna comunicazione ufficiale da parte del club, ma in realtà l’ACR Messina ha già risposto alla comunicazione arrivata in tarda mattinata dalla Prefettura. A confermarlo è direttamente il patron Pietro Lo Monaco, al momento fuori sede al pari del sindaco Renato Accorinti, a Palermo per precedenti impegni istituzionali. Il massimo finanziatore del club non nasconde l’amarezza per l’ennesimo contrattempo legato allo stadio San Filippo: “Al Prefetto Stefano Trotta abbiamo risposto che siamo disponibili a garantire i pullman necessari, se da Benevento ne faranno richiesta. Al momento è soltanto un’eventualità, perché ci risulta che la tifoseria campana si fosse già autonomamente organizzata per la trasferta. Se ne fanno richiesta dovremo ovviamente garantirli ed in tal senso siamo pronti a sostituirci al Comune”.

Accorinti e Lo Monaco

Il sindaco Renato Accorinti, il patron dell’ACR Messina Pietro Lo Monaco e l’amministratore delegato del club Alessandro Failla

Già in occasione della sfida con il Catanzaro Palazzo Zanca aveva concordato con l’ATM la concessione di due mezzi pubblici ma al di là dei costi delle singole corse, che il club era pronto a coprire, il nodo era legato alla copertura assicurativa nel caso di eventuali danneggiamenti, che peraltro si sono verificati puntualmente, come dimostrano la vetrata rotta e le fiancate imbrattate dei due pullman. L’ACR non garantì la cauzione richiesta e la fumata bianca svanì in extremis, con il risultato che allo stadio San Filippo i tifosi calabresi ci arrivarono a bordo di 18 taxi.

Come ha tenuto a ribadire anche l’assessore alla viabilità Gaetano Cacciola, il problema potrebbe essere superato se la Prefettura decidesse di “precettare” i mezzi, imponendo di fatto all’Azienda Trasporti di metterli a disposizione per i tifosi. Il problema è che in questo caso a garantire la cauzione assicurativa dovrebbe essere proprio il Palazzo del Governo ed evidentemente nessuna Istituzione cittadina intende prendere in mano la “patata bollente”.

Una vetrata dei pullman imbrattati dai sostenitori del Catanzaro: dopo quel precedente massima cautela da parte della Prefettura

Una vetrata dei pullman imbrattati dai sostenitori del Catanzaro: dopo quel precedente massima cautela da parte della Prefettura

Lo Monaco non nasconde il suo disappunto ma resta possibilista: “Sono ottimista. È un paradosso enorme pensare che il Comune da qualche settimana ha finalmente ottenuto l’agibilità annuale del San Filippo, dopo avere investito somme importanti, e nonostante ciò continua ad essere un problema l’apertura dell’impianto. Non capiamo perché è successo tutto questo e speriamo che il Prefetto possa fare un passo indietro, anche perché avevamo già venduto dei biglietti sia a Messina che a Benevento”.

In merito alla partita con il Benevento è stato lo stesso Lo Monaco ad annunciare che “domani mattina (giovedì, ndc) è in programma una nuova riunione in Prefettura del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale presenzierà il nostro amministratore delegato Alessandro Failla, dal momento che io sarò ancora fuori città. Speriamo maturino notizie positive”.

La prevendita dei tagliandi non ha registrato particolari picchi nonostante i biglietti a prezzo dimezzato (10 € per Tribuna e settore ospiti, appena 5 € per la Curva Sud). In Campania però i club organizzati si sono mobilitati già da settimane con una raccolta fondi, attraverso la vendita di spille ed adesivi, per ammortizzare i costi di una delle trasferte più lunghe e disagevoli della stagione. Bisognerà spiegargli che è stato tutto inutile o una soluzione tampone maturerà in extremis?

Commenta su Facebook

commenti