L’Igea Virtus non si ferma più. Una perla di Gatto mette ko la Sancataldese (0-1)

La conclusione di Natale Gatto non lascia scampo all'estremo difensore nisseno

L’Igea Virtus viola anche il “Valentino Mazzola” e grazie a un eurogol di Natale Gatto piega di misura (0-1) la Sancataldese: un successo fortemente voluto, cercato e ottenuto con carattere, al di là della sfortuna e delle assenze, ben sei, che hanno falcidiato la rosa di mister Peppe Raffaele.

L’esultanza degli uomini di Peppe Raffaele

Senza lo squalificato Dall’Oglio e gli indisponibili Aveni, Giovanni Biondo, Longo, Presti e Biondi, quest’ultimo in panchina solo per onor di firma, il tecnico si affida a cinque juniores, tra cui il 2000 Carmelo Biondo, al debutto stagionale in campionato. In porta Ingrassia, difesa a quattro con D’Antonio, Ferrante, Fontana e Santamaria, a centrocampo il rientrante Pitarresi con Gatto e Merkaj, arretrato per lasciare spazio a Bucolo in avanti con Santo Biondo e Kacorri. Fin dalle prime battute il match è equilibrato e le due squadre non lasciano spazi. Le prime insidie sono di marca giallorossa: all’11’, su punizione di Bucolo, Pitarresi sfiora di testa ma la sfera finisce a lato, mentre al 15′ ancora Bucolo allarga sulla sinistra per Gatto, ma il suo destro di prima intenzione è debole. La Sancataldese si vede al 25′ con una conclusione alta di Tosto e, in una prima frazione bloccata, le emozioni arrivano nel finale. Al 39′ Bucolo lancia Merkaj che entra in area e, di sinistro, trova la parata sul primo palo di Serenari. Al 43′, invece, il gol che decide la sfida: da oltre 20 metri il destro su punizione di Gatto è potente e preciso e non lascia scampo al portiere locale.

Igea Virtus e Sancataldese salutano il pubblico presente sugli spalti

È 0-1 all’intervallo. Nella ripresa ci si attende la reazione dei verdeamaranto, ma l’Igea Virtus si conferma attenta e mostra ancora una volta la grande solidità difensiva che ha contraddistinto le ultime giornate. I locali ci provano dopo due minuti con un destro dal limite di Ouattara, che si spegne a lato, e al 50′ risponde Pitarresi ma il destro da fuori finisce a lato. Si deve attendere il 70′ per un’altra conclusione: destro di Bruno parato senza problemi da Ingrassia che, un minuto dopo, deve solo guardare il tiro di Sessa, abbondantemente alto. La Sancataldese non punge, la difesa igeana è un muro e, nel finale, i giallorossi sfiorano anche il raddoppio: all’81’ cross da destra di D’Antonio per Kacorri anticipato da Zappalà, ma la deviazione del difensore costringe il proprio portiere agli straordinari per evitare l’autogol. All’86’ Merkaj fa tutto bene sulla destra, entra in area e, da posizione defilata, colpisce il palo e, infine, in pieno recupero (93′), Kacorri suggerisce per Biondo che tenta il destro a giro, ma non inquadra la porta. L’Igea Virtus legittima così un importante successo, il terzo consecutivo, che conferma Pitarresi e compagni al secondo posto in classifica con 37 punti come la Vibonese. Si stacca a -2 la Nocerina che, nel prossimo turno, sarà ospite al “D’Alcontres-Barone”.

SANCATALDESE-IGEA VIRTUS 0-1
Marcatori: 43′ pt Gatto
Sancataldese: Serenari, Tosto (37′ st Costanzo), Fragapane (6′ st Carrozzo), Calabrese, Di Marco, Zappalà, Bruno, Sessa, Kean, Ouattara, Sicurella (6′ st Costantino). A disp.: Franza, , Pilato, Alba, Meringolo, Akwa, Galletti. All.: Marcenò
Igea Virtus: Ingrassia, Fontana, Ferrante, D’Antonio, Pitarresi, Santamaria, Merkaj, Gatto, Kacorri, Biondo S., Bucolo. A disp.: D’Amico, Cuzzilla, Tramonte, Biondi, Chillemi, Fioretti, Caliri, Rotella. All.: Raffaele
Arbitro: Virgilio di Trapani
Assistenti: Barbata di Trapani e Palla di Catania
Ammoniti: S.Biondo (IV), Ingrassia (IV), Kacorri (IV), Sessa (S)
Recupero: 3′ e 5′

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti