L’Igea Virtus cede in casa contro la Palmese. Occhiuto e Trentinella piazzano l’uno-due

Igea VirtusLo striscione ironico dei tifosi dell'Igea Virtus (foto Puccio Rotella)

Nell’anticipo del “D’Alcontres-Barone”, valevole per la terza giornata di ritorno del girone I di serie D, l’Igea Virtus è uscita sconfitta per 0-2 contro la Palmese, a segno al 44′ ed al 46′ del primo tempo con Occhiuto e Trentinella. Reazione nella ripresa di Allegra e compagni che hanno cercato in tutti i modi di riaprire la gara, chiedendo invano la concessione di un calcio di rigore. La Palmese ha invece fallito un contestato penalty con Ouattara.

La Cronaca. Al 10′ giallorossi in attacco con Perkovic che dalla destra mette in mezzo per Calabrese che da terra calcia fuori di poco. Al 19′ tiro-cross di Mistretta e parata da Cascione. Al 29′ episodio sospetto in area di rigore: sugli sviluppi di un tiro di Perkovic finisce a terra Dodaro, ma l’arbitro fa proseguire. Al 44′ azione dalla sinistra di Ouattara, con Occhiuto che da fuori area sorprende il portiere Cascione, siglando il vantaggio per la Palmese. Al 46′ arriva anche il raddoppio su punizione ad opera di Trentinella: tiro centrale non irresistibile che trova impreparato Cascione. Si va al riposo sullo 0-2.

Igea Virtus

L’undici titolare dell’Igea Virtus (foto Puccio Rotella)

Nella ripresa i giallorossi si riversano subito in avanti. Al 4′ Dodaro, di prima intenzione, fa partire un tiro angolato, ma Barbieri salva i calabresi. All’8′ igeani ancora in attacco con Calabrese: tracciante da fuori area con la sfera che lambisce il palo. Tre minuti dopo, punizione di Trentinella e pallone per la testa di Ouattara che spizzica la sfera che finisce a fil di palo. Tedesco opta per la prime sostituzioni: fuori Grosso dentro Asprilla ed a seguire Calabrese per Moussa. Al 19′ bordata di Perkovic da fuori area, la palla termina vicino al palo destro di Barbieri. La squadra di Tedesco aumenta la pressione al fine di trovare il gol per riaprire il match. Al 31′ ci prova da fuori area Mancuso, senza inquadrare lo specchio. Altro cambio giallorosso, fuori Giambanco dentro Miuccio. Al 38′ Igea in avanti e dopo un batti e ribatti in area il tiro di Akrapovic finisce sopra la traversa. Nell’Igea entra anche Bucca per Pisaniello. Al 39′ l’arbitro fischia un rigore assai dubbio in favore dei neroverdi per un contrasto tra Mancuso e Calivà. Dagli undici metri, però, Ouattara si fa ipnotizzare da Cascione che compie una gran parata tuffandosi sulla propria destra. Al 48′ ci prova, senza fortuna, il capitano Allegra, il cui tiro finisce di poco a lato. Nonostante gli ultimi 30′ di cuore, orgoglio e grinta l’Igea Virtus è costretta ad arrendersi alla Palmese.

Perkovic

Uno stacco di testa del croato Perkovic (foto Puccio Rotella)

Igea Virtus-Palmese 0-2
Marcatori: 44′ pt Occhiuto, 46′ pt Trentinella.
Igea Virtus: Cascione, Allegra, Akrapovic, Dodaro, Grosso (9′ st Asprilla), Diamoutene, Mancuso, Giambanco (30′ st Miuccio), Perkovic, Pisaniello (44′ st Bucca), Calabrese (14′ st Moussa). In panchina: Cannizzaro, Mattaliano. All. Tedesco.
Palmese: Barbieri, Lavilla (11′ st Guglielmi), Occhiuto (38′ st Saba), Cinquegrana, Bruno, Brunetti, Calivà, Trentinella (20′ st Lucchese), Ouattara, Colica (51′ st Macagnone), Mistretta (36′ st Gambi). In panchina: D’Angelo, Piras, Pascarella, Bonadio. All. Franceschini.
Arbitro: Andrea Calzavara della sezione di Varese (assistenti Nemanja Panic di Trieste e Stefano Valeri di Maniago).
Ammoniti: Calabrese (I), Ouattara e Occhiuto (P).