Leonzio in serie D, Sancataldese sfiora la rimonta. Parte la corsa ai ripescaggi

LeonzioI tifosi della Leonzio sognano il primato

La Sicilia avrà una rappresentante in più nel prossimo campionato di Serie D. Si tratta della Sicula Leonzio, che contro i pronostici ed il fattore campo espugna Pisticci (Basilicata), nel ritorno della finale nazionale per gli spareggi di Eccellenza e vola in quarta serie. La compagine bianconera, infatti, ha battuto a domicilio il Real Metapontino per 0-2 e, dopo il 2-2 dell’andata, ha raggiunto al piano di sopra Due Torri, Noto e le neopromosse Igea Virtus e Gela.

Sancataldese

La Sancataldese ha stupito tutti con il suo gioco ed i risultati raggiunti. La mancata promozione è solo un dettaglio

Se non era facile per la squadra di Seby Catania, che l’ha spuntata grazie ai gol di D’Agosta e Carbonaro, era del tutto proibitiva la sfida della Sancataldese. La vincente playoff del girone occidentale si presentava a Castrovillari con tre reti sul groppone, visto lo 0-3 conquistato all’andata dai calabresi. Eppure l’undici di Marcenò, abituato alle imprese ed autore di una cavalcata che sa di miracolo sportivo, si è giocato tutte le proprie chance, avvicinandosi alla rimonta già dopo mezz’ora di gioco. I gol di Montalbano e Scillufo (su rigore) avevano infatti fissato il momentaneo 0-2, atterrendo degli avversari forse già certi di avere in tasca la promozione. Alla fine il Castrovillari è sceso in campo, anche se in ritardo ed ha pareggiato lo score, con un 2-2 che non incide sul verdetto e consegna il biglietto per la serie D alla compagine calabrese.
Con l’ultima domenica agonistica dell’anno sportivo, ecco due buone notizie per il calcio siciliano. San Cataldo, con la sua squadra ed i suoi tifosi, viene fuori a testa alta da questa corsa. La Sicula Leonzio è invece la quinta squadra dell’isola in serie D e, con questa promozione, rende più lievi le sofferenze dell’ “annus horribilis” delle siciliane in quarta serie. Dopo la retrocessione diretta dello Scordia e gli incredibili suicidi di Leonfortese e Marsala ai play-out, c’è tanto da ricostruire per la Sicilia nell’anticamera del professionismo.
Intanto, il Mazara pensa al ripescaggio, dopo la finale di Coppa Italia persa contro l’Unione Sanremo.  Anche Leonfortese e Marsala, qualora lo volessero, hanno le carte in regola per essere riportate in D a tavolino. Di sicuro, più società pensano già ad un futuro che possa essere migliore rispetto a quello consegnato dai verdetti della stagione appena conclusa. Adesso, la sfida si sposta nella sede nazionale della LND.

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti