Le pagelle di Messina-Martina. Gustavo e Tavares, prodezze da urlo

Tavares sul pallone

Addario 6 Sostituisce Berardi, vivendo una serata da quasi spettatore. Nel finale di primo tempo respinge la conclusione insidiosa Basso, sull’unica vera palla gol del Martina. Per il resto ordinaria amministrazione.

Barilaro 6,5 Questa volta tocca a lui presidiare la fascia destra di difesa e sfrutta al meglio l’occasione. Nessuna sbavatura, prova anche a proporsi in avanti con costrutto.

Un tentativo di Giorgione

Un tentativo di Giorgione (foto Denaro)

Russo 6 Né Gustavo né Leonetti arrivano a deviare il suo traversone dalla sinistra. Segno che guadagna subito fiducia e non si limita soltanto al lavoro in copertura. Non si scompone dopo il giallo.

Baccolo 6 In mezzo al campo cerca di non strafare, dando comunque ordine alla manovra. Costretto ancora una volta ad uscire anzitempo. (12’ st Bramati 6 Quando entra la gara è già chiusa e il compito è in discesa)

Martinelli 6,5 Ritorna al centro della difesa, complice l’assenza di Parisi. Nessun grattacapo dagli attaccanti del Martina, ma lui è in serata di grazia e non lascia nemmeno le briciole. Insuperabile.

Barilaro calcia il pallone

Barilaro calcia il pallone (foto Denaro)

Burzigotti 6,5 Partita senza grossi patemi per la difesa giallorossa. Non deve ricorrere alle maniere forti per frenare le rare iniziative di Baclet e compagni. Gioca d’anticipo e rende tutto più semplice.

Zanini 6,5 Nel vivo del gioco. L’ex cosentino è prezioso negli inserimenti ed ha il piede caldo. Ci prova da fuori, ma senza fortuna: Viotti gli nega la gioia del gol in almeno un paio di occasioni.

Giorgione 6,5 Altra prova da leader. Domina in mezzo al campo per grinta e intensità. Peccato che non riesca a trovare la porta: la mira continua ad essere non delle migliori.

Leonetti 6 Centravanti atipico. Si danna l’anima, ma non conclude mai verso la porta. Però fa tanto lavoro sporco e aiuta i compagni. La condizione migliora e il gol, prima o poi, arriverà anche per lui. (17’ st Tavares 7 Resta a Messina e si riprende la scena. Ricorda Higuain per la potenza con cui scaglia in fondo al sacco il pallone del 3-0, mettendoci tutta la rabbia che aveva in corpo. Prima anche un assist non sfruttato a dovere da Padulano. Ritrovato)

Messina-Martina

L’esultanza dei giocatori del Messina (foto Denaro)

Gustavo 8 Doppietta da applausi: calcio di punizione magistrale e sassata dalla distanza. La danza sotto la curva Sud per celebrare le due reti è l’immagine simbolo della serata. Il brasiliano trascina il Messina con le sue giocate, mettendosi alle spalle il periodo trascorso ai box per infortunio. (45’ st Bossa sv Si ricorderà questa gara per l’esordio con il Messina)

Padulano 6 Divora a tu per tu con il portiere una rete praticamente già fatta. E’ l’emblema della sua partita: la voglia non manca, ma è anche assai impreciso.

Le pagelle del Martina: Viotti, Allegra 6, Curcio 5,5, De Lucia 5 (29’ st Gaetani sv), Sirignano 5, Marchetti 5, Basso 6 (38′ st Cardore sv), Cristofari 5,5, Baclet 5, Di Lauri 5, Cristea 5 (12’ st Taurino 5,5).

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com