L’Amatori Messina cede nel derby con Catania ma conquista il primo punto della seconda fase

L’Amatori Messina si fa superare dall’Amatori Catania e perde in casa al Campo di Sperone il derby per 10-16, valido per la terza giornata di Serie B Fase promozione Poule 2. Guadagnato un punto ma i biancorossi rimangono all’ultimo posto in classifica.
I biancorossi scendono in campo senza quella necessaria convinzione per imporsi sulla squadra etnea; quest’ultima, dal canto suo, fa bene nel primo tempo, segnando due mete, ma alla ripresa scende in campo accusando un evidente calo fisico del quale Santilano e compagni non riescono ad approfittare al meglio, pur riprendeno in mano il gioco e riuscendo ad andare in meta, ma poco dopo tornando a perdere smalto. Un piazzato sbagliato e due mete sfiorate, sono le occasioni perse per l’Amatori Messina per sorpassare gli avversari.
Questo il commento a fine partita dell’allenatore Daniel Antonio Insaurralde: “Abbiamo avuto la possibilità di entrare in partita nel secondo tempo, ma l’abbiamo vanificata continuando a sbagliare in alcune fasi. Fisicamente, a differenza dei nostri antagonisti, abbiamo tenuto bene per tutti gli ottanta minuti: ciò che è venuto meno è il fattore psicologico sul quale dobbiamo lavorare”.
Il primo tempo vede un iniziale nervosisomo che, una ventina di minuti dopo, si concretizza nei gialli di Pezzotti e Palmieri. In evidente superiorità, al 26’ l’Amatori Catania riesce a conquistare la prima meta ad opera di Fabrizio Guglielmino, con una maul avanzata dai cinque metri dopo una touche; Borina non trasforma. Al 27’ anche i messinesi hanno la possibilità di iniziare ad accumulare punti, con la punizione messa a segno da Bertè. Ma ecco che al 35’ arriva l’altra meta per gli ospiti, sempre con carretto e Grimaldi che mantiene l’ovale oltre la linea; neppure stavolta Borina non centra i pali per la trasformazione. A pochi secondi dalla conclusione del primo tempo, una bella volata di Romagnoli fa sperare in una meta, ma viene placcato ad un passo dalla linea. Si va a riposo con un parziale di 3-10.
Il secondo tempo vede scendere in campo i peloritani più determinati. Arriva al 18’ la punizione per i biancorossi, ma non viene centrata. Ed è ancora l’Amatori Messina protagonista di un’azione, che al 24’ porta alla meta di Blandino, con un avanzamento a seguito di una touche; Bertè trasforma. Ma i padroni di casa non riescono a mantenere a lungo la parità di punti ottenuta: al 27’ con la punizione calciata da Borina, gli etnei tornano in vantaggio, intascando poi altri tre punti al 42’ con un’altra punizione, sempre tirata da Borina. In tempo limite ancora una volta Romagnoli trova un varco, ma la meta viene vanificata da un placcaggio. Finale: 10-16.

10818419_1604627716434213_90575602781966895_oTABELLINO
Primo tempo
26’ meta Guglielmino F.
27’ punizione Bertè
35’ meta Grimaldi
Gialli: 21’ Pezzotti, 21’ Palmieri, 35’ Lo Re

Secondo tempo
24’ meta Blandino
27’ punizione Borina
42’ punizione Borina
Gialli: 20’ Vasta, 22’ Di Paola, 36’ Vasta

AMATORI MESSINA: Romagnoli, Salayman, Bertè, Santamaria, Dejean, Santilano, Lafalla, Cipriano, Scaloni, Miduri, Cappadonia (4’ 2° t Tornesi), Blandino, Pezzotti, Lo Re, D’Apice.
Panchina: Ippolito, Tornesi, Salvador, Guglielmo, Milazzo, Marzullo, Sgrò.
Allenatore: Daniel Antonio Insaurralde

AMATORI CATANIA: Borina, Ruscica, Zappalà (21’ 2° t Calamaro), Greco, Di Paola, Camino, Moncada (1’ 1° t Di Prima), Vasta, Guglielmino G., Palmieri, Giustolisi, Grimaldi (17’ 2° t Scuderi), Guglielmino F., Di Raimondo (16’ 2° t Certo), Ardito (23’ 2à t), Russo.
Panchina: Russo, Certo, Calamaro, Di Prima, Gravagna, Scuderi, Cuddè.
Allenatore: Ezio Vittorio

Arbitro: Di Blasio (Torre del Greco)
Gdl: Scopelliti (Messina); Morelli (Catania)

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti