Contro l’Altino la capolista Santa Teresa Volley vuole tornare alla vittoria

Eagles Santa Teresa

Si gioca alle 18,30 sabato 1 aprile al Palabucalo. Le leonesse del Mam Villa Zuccaro ospitano la Costruzioni Papa Altino nella gara valevole per la quintultima giornata della regular season del girone D della B1 Femminile. L’obiettivo delle giocatrici santaresine e dei mille del Palabucalo è tornare subito alla vittoria e dedicare il successo a Jessica Panucci, il bomber della squadra rossoblu infortunatasi sabato scorso nel finale della gara di Arzano.

Jimenez da le indicazioni alle proprie giocatrici

Malgrado la sconfitta, arrivata al quinto set, il Mam Villa Zuccaro mantiene ampiamente il primato con 52 punti ed otto di vantaggio sulla coppia MaglieAprilia. 18 sono le vittorie e 3 le sconfitte, 59 i set vinti e 24 quelli persi. L’Altino occupa la settima posizione in graduatoria con 34 lunghezze e staziona in una zona tranquilla senza patemi d’animo per la salvezza e velleità per i play off. 11 sono le gare vinte e 10 quelle perse, 45 set positivi e 41 negativi. In settimana coach Antonio Jimenez ha studiato tutte le varianti tattiche possibili per la sostituzione della Panucci. Non mancano le valide alternative ed il tecnico ispanico sta scegliendo la soluzione migliore alla causa. La voglia di riprendere il cammino interrotto in terra campana – dopo quindici squilli di tromba consecutivi – è tanta per Rania e compagne, il resto lo farà la spettacolare atmosfera della struttura metallica sita nella periferia nord della cittadina messinese con gli Eagles pronti a scatenarsi dopo il fischio d’avvio.

Carlotta Romani

Nella conferenza pre gara i microfoni sono tutti per Carlotta Romani, schiacciatrice al primo anno a Santa Teresa e perno fondamentale nell’economia dello spogliatoio: “Lo scorso fine settimana non si è concluso nel migliore dei modi, al di là della sconfitta che ci può pure stare per la legge dei grandi numeri dopo quindici turni. Quello che non ci voleva proprio era l’infortunio di Jessica, la nostra bazooka. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e tirare fuori tutta la grinta e la determinazione che questo gruppo ha sin qui dimostrato di possedere. Dobbiamo farci forza l’una con l’altra vicendevolmente – continua l’ex Noma Santo Stefano – perché è proprio l’unione che fa la differenza. Da oggi in avanti sono cinque finali ed ogni partita sarà una battaglia da vincere”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com