L’Acr va sotto e poi dilaga: 5-1 al Roccella. Nell’uovo c’è l’allungo, +5 sull’Fc

FoggiaFoggia ha firmato una doppietta contro il Roccella (foto Giovanni Chillemi)

Nel turno pre-pasquale Samake colpisce a freddo i giallorossi che replicano nel primo tempo con il solito Addessi. Cretella, due volte Foggia e Bollino su rigore a segno nella ripresa per il pokerissimo. La squadra di Novelli approfitta del ko della Gelbison e del pari dell’Fc Messina per staccare le principali rivali nella corsa alla promozione. 

Roccella

Il portiere del Roccella è battuto (foto Giovanni Chillemi)

La cronaca – Al “Franco Scoglio” va in scena per il turno pre-pasquale il più classico dei testacoda. La capolista Acr Messina sfida il Roccella, ultimo in graduatoria. Novelli conferma il pacchetto arretrato, scegliendo poi a centrocampo Cristiani a causa dell’indisponibilità dell’ultim’ora di Vacca. Foggia supportato da Bollino e Addessi nel tridente offensivo.

Pronti via e il Roccella tenta il primo affondo con Falzetta che ci prova da lontano dopo 30 secondi, spedendo di poco a lato. Dalla lunga distanza anche il tentativo di Cretella, con Commisso che blocca senza difficoltà. Al 5’ Addessi cerca di sorprendere il portiere calabrese da posizione defilata, guadagnando il primo corner dell’incontro. All’8’, però, il Roccella trova sorprendentemente il vantaggio con Samake. Sugli sviluppi di un corner e dopo un paio di rimpalli, il giocatore maliano si sistema il pallone per il tiro e batte Caruso: 0-1. Si interrompe, dopo nove “clean sheet” consecutivi, la lunga imbattibilità casalinga dell’Acr. I giallorossi, colpiti a freddo, ottengono subito una punizione che Aliperta calcia a lato. Due chance per Bollino attorno al 20’, prima in acrobazia da centro area con Commisso che para in tuffo, poi con una bella conclusione che termina di un soffio alta. Il Roccella è attento dietro e si propone quando può. Vedendo Caruso fuori dai pali, Samake tenta l’avventuroso pallonetto al 25’: sfera abbondantemente fuori misura. Due minuti più tardi, cross di Cascione e Bollino stacca di testa ma non inquadra lo specchio. L’Acr Messina agguanta il pari al 30’ con Addessi, in stato di grazia, al suo settimo centro in campionato. Il numero 5, in gol anche domenica contro la Gelbison, non si lascia sfuggire l’occasione sugli sviluppi di una punizione battuta da Aliperta e trafigge sul primo palo Commisso per l’1-1. Al 39’ out per infortunio Giofrè, costretto ad uscire dal campo in barella. Dentro Polichetti, all’esordio assoluto. Il primo tempo si chiude sulla punizione tutt’altro che irresistibile di Bollino. Squadre al riposo sull’1-1.

Cristiani e Giofrè

Cristiani e Giofrè in azione (foto Giovanni Chillemi)

Novelli inserisce ad inizio ripresa Mazzone per Cascione effettuando il secondo cambio. Dopo una trentina di secondi Bollino serve Cretella che si coordina in modo non perfetto per il tiro, Commisso riesce ad alzare in angolo. Al 7’ rovesciata di Bollino sul traversone di Cretella più spettacolare che utile. E’ comunque il preludio al gol del 2-1 siglato qualche istante dopo proprio da Cretella che, appostato sul secondo palo, sfrutta il cross di Addessi e beffa di testa il portiere Commisso, piuttosto distratto nella circostanza. Neanche il tempo di annotare il gol del raddoppio che l’Acr Messina trova anche il 3-1. Al 10’ clamoroso pasticcio della difesa del Roccella, Commisso esce a vuoto nel tentativo di rimediare al folle retropassaggio del compagno e Cretella lascia poi a Foggia il comodo appoggio in rete. L’Airone può così festeggiare il suo tredicesimo gol stagionale. Al 17’ c’è spazio pure per il poker con il rigore concesso (forse per un fallo di mani) un po’ tra la sorpresa generale ed impeccabilmente trasformato da Bollino: pallone sotto l’incrocio e nulla da fare per Commisso che aveva intuito l’angolo. Col match in ghiaccio Lavrendi rileva Aliperta (diffidato). L’Acr ha ancora voglia di divertirsi e lo dimostra con la volée di Bollino che al 24’ sfiora il bersaglio grosso. Al 31′ Iacono rischia l’autorete sul cross di Addessi, Commisso salva la propria porta. Il Roccella non riesce però ad evitare il 5-1 al 32′, quando l’ennesimo pallonetto vincente del bomber Foggia, la sua specialità, fa gioire ancora l’Acr Messina. Boskovic e Acquadro (debutto) per la passerella finale al posto di Lomasto e Addessi. Finisce 5-1 e questa può essere una giornata chiave per le sorti del campionato. L’Fc (che ha ancora una gara in meno) pareggia 3-3 a Ragusa, la Gelbison perde 2-1 a Biancavilla. L’Acr Messina è ora a +5 sulla seconda e vede un pizzico più vicina la promozione in C.

Acr Messina

I capitani di Acr Messina e Roccella (foto Giovanni Chillemi)

Il tabellino – Acr Messina-Roccella 5-1
Marcatori: 8’ pt Samake (R), 30’ pt Addessi (M), 7’ st Cretella (M), 10’ e 33′ st Foggia (M), 17’ st Bollino su rigore. 
Acr Messina:
Caruso; Cascione (1’ st Mazzone), Lomasto (33′ st Boskovic), Sabatino, Giofrè (39’ pt Polichetti); Cristiani, Aliperta (21’ st Lavrendi), Cretella; Bollino, Foggia, Addessi (36′ st Acquadro). A disp. Lai, Vacca, Manfrellotti, Crisci. All. Novelli.
Roccella: Commisso, Sarcone (12’ st Guerrisi), Malerba, Liviera, Iacono, Coluccio (42′ st Vottari), Falzetta, Amato (25’ st Capellini), Suraci (26’ st Faraone), Samake, Pietanesi (15’ st Monza). A disp. Planaj, De Leonardis, Cuzzilla, Votino. All. Galati.
Arbitro: Carsenzuola di Legnano (assistenti Gentile di Teramo e Chiavaroli di Pescara)
Note – Ammoniti: Lomasto (M), Coluccio (R), Bollino (M), Capellini (R).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva