L’Acquedolci ha steso anche il Giarre capolista con la doppietta di Carrello

CarrelloL'Acquedolci celebra una rete di Carrello

Allo stadio “Biagio Fresina” di Sant’Agata la capolista del campionato di Eccellenza, il Giarre, ha conosciuto l’onta della prima sconfitta stagionale, per mano del sempre più sorprendente Acquedolci. La formazione di mister Perdicucci si era già imposta sul campo del Siracusa e contro i quotati etnei si è confermata autentica “ammazzagrandi”. Considerando anche il successo contro l’Acicatena fanalino di coda, sono già nove i punti raccolti fin qui. Un bottino utilissimo in chiave salvezza. Nel prossimo week-end è in programma la delicata trasferta sul campo del Palazzolo, altra nobile decaduta dalla D, che ha raccolta finora soltanto quattro punti e ha necessità di rialzarsi. Un altro bel test per Carrello e compagni.

Carrello

Carrello ha firmato una splendida doppietta

L’ultimo match ha visto il primo sussulto al 16′, con l’inserimento di Iraci, spinto a terra, e il calcio di rigore, per la verità apparso un po’ generoso, per il Giarre. Dagli undici metri Concialdi si è però lasciato ipnotizzare da Paterniti, calciando a lato. La risposta dell’Acquedolci con la penetrazione di Genovese che ha crossato da sinistra, dove non è arrivato per un soffio Carrello. Al 27′ hanno sfruttato ancora una volta bene le corsie i locali, vicini al vantaggio con la volée di Cardella, che ha chiamato al miracolo Barbagallo. Sei minuti dopo ancora Acquedolci pericoloso con il piazzato di Genovese, neutralizzato dall’estermo difensore ospite. Al 36′ il gol dell’1-0: Cardella serve Carrello, che da sinistra rientra sul destro e dal limite scaglia il destro vincente. Nel finale di frazione si è accesa la stella di Cocimano, che con un gioco di prestigio ha servito Agudiak, che ha calciato alto con il mancino. Un minuto dopo Iraci ha scavalcato Paterniti con un pallonetto, ma a gioco fermo per una segnalazione di offside.

Acquedolci

L’Acquedolci celebra a fine gara la nuova impresa con il Giarre

In avvio di ripresa un’altra perla per l’Acquedolci. Ripartenza fulminea, con Carrello che ha scaricato per Bognanni e si è lanciato nello spazio, perfettamente servito in profondità, ha scartato Barbagallo e depositato nella porta ormai sguarnita: un 2-0 firmato sempre da Ninni Carrello. Il Giarre a questo punto ha provato il tutto per tutto e al 78′ si sono riaccese le speranze dei gialloblù, che hanno accorciato le distanze grazie all’incornata vincente di Vasilchik, imbeccato perfettamente dal traversone di Urso. Sempre l’argentino poi non è riuscito a correggere in rete da pochi passi il cross di Leotta che poteva valere il 2-2. Il finale è concitatissimo e il colpo di testa Agudiak ha lasciato con il fiato sospeso gli spettatori presenti al “Biagio Fresina”. Ma al triplice fischio al “Biagio Fresina” è partita la festa soltanto per la matricola Acquedolci, capace di infliggere al Giarre la prima sconfitta stagionale.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva