La Sicula Leonzio piega il Rocca ed è prima. L’Igea batte 2-1 il Giarre

Igea Virtus-Giarre

Nei recuperi di Eccellenza importantissimo successo casalingo per 2-1 dell’Igea Virtus contro il Giarre. Al “D’Alcontres”, su un terreno reso pesante dalla pioggia e con il forte vento a condizionare il match, padroni di casa avanti al 13′ per effetto del rigore trasformato da Cardia ed assegnato per un fallo di mano in area di Curcuruto su conclusione di Mazzù.  Il raddoppio, sempre nel primo tempo, con Isgrò, a segno dal limite. L’Igea non si accontenta ed in apertura di ripresa va vicina ad arrotondare il punteggio prima con l’insidioso tiro di Isgrò dal limite che scheggia il palo alla sinistra di Trovato e poi con l’occasione sciupata da Cannavò. Leotta accorcia per gli ospiti al 96′ proprio sui titoli di coda e non può mettere paura ai barcellonesi che incamerano tre punti utili ad agganciare il Troina al secondo posto a quota 24.

Una fase di Sicula Leonzio-Rocca

Una fase di Sicula Leonzio-Rocca

Davanti a tutte c’è ora la Sicula Leonzio che ha battuto per 1-0 il Rocca di Caprileone, condannandolo al primo ko della gestione Bellinvia, la seconda sconfitta stagionale per la squadra dopo quella di Giarre. Partenza sprint dei locali che vanno ripetutamente vicino alla marcatura in particolare con Chiavaro, da lontanissimo, e con Carbonaro al 17′. Il gol arriva come la naturale conseguenza di una supremazia territoriale e agonistica schiacciante. Lo firma Carbonaro al 21′, giunto al suo sesto centro stagionale, quarto consecutivo in sette giorni. La reazione del Rocca stenta a decollare: da segnalare solo qualche azione solitaria di Biondo e qualche situazione da palla inattiva. Nella ripresa il Rocca mostra maggior piglio agonistico. La spinta offensiva, però, subisce un duro colpo al 65′ a causa dell’espulsione, troppo affrettata, di Gabriele Segreto per azione fallosa. Il portiere Scurria tiene ancora in bilico la partita. Finale acceso e ultima chance per D’Anna che su punizione sfiora il gol del pari. Domenica il Rocca giocherà con l’Orlandina a caccia del riscatto. Vittoria che vale la vetta, invece, per la Sicula Leonzio, adesso a 26 punti ed avversaria domenica proprio dell’Igea.

La Sicula Leonzio capolista

La Sicula Leonzio capolista

La nuova classifica: Sicula Leonzio 26, Troina, Igea Virtus 24, Rocca di Caprileone 23, Sporting Taormina 22, Sport Club Palazzolo 19, Acireale 18, Sporting Viagrande, Giarre 14, Città di Rosolini, Sportsoccer Milazzo 1937 12, Catania San Pio X, Modica 10, Forza Calcio Messina 8, Orlandina 6, Atletico Catania 2.

Commenta su Facebook

commenti