Terza Categoria – La Siac come la Juve: si ferma a 12 vittorie di fila, pari con l’Akron Savoca

L'undici iniziale della SIAC
Una fase di SIAC-Akron

Una fase di SIAC-Akron

Nell’anticipo del “Garden Sport” di Mili Marina, termina in parità l’attesissimo scontro diretto tra la capolista SIAC e la seconda forza del campionato Akron Savoca. In virtù del risultato maturato sul sintetico di Mili Marina, le distanze rimangono invariate, con la squadra di Tusano che resta dietro quattro lunghezze. A recriminare maggiormente è la formazione di mister D’Alessandro per le numerose occasioni create e non sfruttate dai suoi giocatori e per la mancata concessione di un calcio di rigore quando armai la partita stava andando in archivio. Per la SIAC si tratta del primo pareggio stagionale dopo dodici vittorie consecutive.

La cronaca. La gara si apre con l’Akorn Savoca in attacco. Al 3’ D’Amico mette in mezzo per Rovito, il suo colpo di testa è facile preda di Cardullo. Al 12’ ci prova di nuovo Rovito, Cardullo fa buona guardia  facendo sua la sfera. Al 13’ Savoca ancora in avanti con Nitopi che viene fermato in maniera provvidenziale da Tavilla al momento della conclusione. Al 17’ prima occasione per la Siac con Quartarone che costringe il portiere ad alzare sopra la traversa il calcio di punizione. Al 20’ è Piccolo a spaventare la retroguardia ospite con una diagonale che sibila il palo. Un minuto dopo, D’Alessandro prova a sbloccare il risultato con un tiro che non inquadra lo specchio dello porta. La SIAC potrebbe portarsi in vantaggio al 23’ quando Irrera lancia Mazzeo ma, da posizione favorevole, spreca malamente calciando la sfera addosso al portiere ospite. Al 30’ Di Bella  mette in corner la punizione di D’Alessandro. L’ultima azione è per la SIAC con Quartarone che non trova la porta su calcio piazzato.

Nel secondo tempo le squadre entrano in campo con gli stessi undici. Al 2’ bella triangolazione D’Alessandro-Quartarone-Piccolo con quest’ultimo che prova la conclusione, sfera deviata in angolo dalla difesa. Al 11’ Quartarone calcia debolmente favorendo l’intervento di Di Bella. Al 13’ Tavilla dalla distanza prova a sorprendere l’estremo difensore, guadagna solo un corner. Ritmi alti in questa seconda frazione di gara. Le squadre sono lunghe e si combatte a centrocampo. Al 36’ traversone di Triolo, Cardullo para senza problemi. Al 39’ viene negato un rigore ai padroni di casa: Vasta viene messo giù in area da Pantò, tutto regolare per l’arbitro che lascia proseguire il gioco tra le proteste dei giocatori della SIAC. L’ultima occasione è per il Savoca,  Marco Spadaro calcia fuori allo scadere.

Il prossimo turno, prevede l’incontro Agostiniana CalcioAsd SIAC. La gara, valevole per la prima giornata di ritorno del campionato, girone B, di Terza Categoria Ca11 si disputerà presso il campo “Comunale” di Sant’Alessio Siculo, sabato 1 febbraio (ore 14.30).

Il Tabellino:

ASD SIAC MESSINA- AKRON SAVOCA 0-0
ASD SIAC MESSINA: Cardullo, Bertano, Irrera, Franzò, Tavilla, Mazzeo, Romano, D’Alessandro, Libro (9’st Vasta),  Quartarone, Piccolo (34’st Aliquò). All. D’Alessandro.
AKRON SAVOCA: Di Bella, Muscolino, Mantarro (16’st Triolo), D’Amico, Finocchio, Pantò, Impellizzeri, Rovito, Nitopi (35’st Spadaro M.), Mangio (47’st Perrone), Spadaro C. (26’st Carnabuci). All. Tusano.
ARBITRO: Vincenzo Rosano di Messina.
Recupero: 1’e 5’.

Commenta su Facebook

commenti