La rimonta finale non premia l’Orsa Barcellona, ko con l’Alfa Catania (88-85)

Orsa BarcellonaSimone Cortina vola a canestro (foto Marco Barresi)

Sconfitta esterna per l’OrSa Basket Barcellona di coach Filippo Biondo, che nella settima giornata del campionato di serie C Gold non riesce a vincere sul difficile parquet dell’Alfa Catania, attuale terza forza del campionato che veniva dal turno di riposo osservato la scorsa settimana. Partono forte i padroni di casa e al primo time-out il punteggio è 11-5. Al rientro in campo Caroè e Fernandez realizzano per gli ospiti. Gli alfisti giocano un primo quarto impeccabile e confezionano un parziale di 11-3 con Elia, Pennisi e Abramo, concludendo i primi dieci minuti in vantaggio 30-16.

Orsa Barcellona

Costantino e Golubovic (foto Marco Barresi)

Nella seconda frazione Barcellona cerca di ridurre il divario. Cortina e Caroè portano gli “orsacchiotti” al -7, costringendo coach Di Masi a chiamare time-out (36-29). Abramo realizza due triple, allungando per i locali (42-29). Dall’altro lato realizza ancora Caroè (47-33). Alla fine saranno 34 i punti per entrambi, indubbiamente i migliori in campo in questa gara. Si va al riposo lungo sul punteggio di 49-37.

Il terzo parziale inizia con i canestri di Elia e Corselli per i padroni di casa, intervallati dalla tripla di capitan Costantino tra i giallorossi. Todorovic realizza due triple consecutive e il due su due ai liberi di Fernandez avvicina nuovamente l’Orsa (57-50). Abramo e Pennisi da tre punti allargano il divario, ma Barcellona non vuole mollare e realizza dalla stessa distanza con Todorovic e Caroè. Realizza Patanè per i padroni di casa, gli ospiti rispondono con Caroè dalla lunetta. Nel finale di quarto l’Alfa allunga con sei punti consecutivi, quattro dei quali nascono da errori degli orsacchiotti che regalano due realizzazioni facili ai padroni di casa. Il canestro di Costantino è l’ultima emozione della terza frazione. Il tabellone recita 73-60.

Orsa Barcellona

Striuga e Caroè, il top scorer (foto Marco Barresi)

L’ultimo quarto inizia con un gioco da tre punti di Cortina, al quale risponde Pennisi da tre punti. Caroè e Todorovic da tre riducono lo svantaggio, ma è ancora Pennisi a tenere gli orsacchiotti sopra la doppia cifra da recuperare(79-68). Costantino da tre punti prova a scuotere i suoi e i ragazzi di coach Biondo sembrano reagire. Caroè e Striuga confezionano un parziale di 7-1 e Barcellona si riporta a -6 a due minuti dalla fine. L’Alfa realizza con Elia e Arena i canestri che sembrano chiudere il match, ma l’Or.Sa. esce molto bene dal time-out e realizza sette punti con Caroè e Fernandez portandosi a tre punti di distanza a un secondo dalla fine. Dalla lunetta Arena fa 0/2 per gli alfisti e sul rimbalzo difensivo gli orsacchiotti avrebbero anche il tiro per pareggiare ma non va a segno. Il finale dal Leonardo Da Vinci è 88-85 per l’Alfa Catania.

Partita dai due volti per l’Orsa, che ha disputato un primo quarto ben al di sotto delle sue possibilità, concedendo molto agli avversari e dovendo convivere con il problema dei troppi falli. L’Alfa merita il successo per quanto fatto vedere in quaranta minuti, ma tra gli orsacchiotti resta il rammarico per come giocato nella prima frazione e per i trenta punti concessi agli avversari che hanno pesato nell’economia del match. Da lodare indubbiamente l’atteggiamento dei ragazzi di coach Biondo, sempre in partita e bravi nel finale a ridurre uno svantaggio che non avrebbero meritato. I barcellonesi nel prossimo fine settimana osserveranno il turno di riposo e torneranno in campo domenica 4 dicembre al PalAlberti contro la Dierre Reggio Calabria (palla a due alle ore 18).

Alfa Basket Catania- Or.Sa. Basket Barcellona 88-85
Parziali: 30-16, 49-37, 73-60, 88-85.
Alfa Basket Catania: Distefano, Arena 6, Ingrassia, Corselli 5, Torrisi, Pennisi 16, Patanè 13, Cuius 2, Barletta, Elia 12, Abramo 34. All. Di Masi, Ass. Famà e Calabrese.
Or.Sa. Basket Barcellona: Floramo, Gaipa, Fernandez Pena 7, Golubovic 4, Todorovic 12, Costantino 8, Kristapsons, Irato, Cortina 12, Striuga 8, Caroè 34, Short. All. Biondo, Dir. Acc. Crisafulli.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.