La Rescifina Messina non trova resistenza nella Lazur Catania rifilandole 44 punti di scarto

Ilaria VentoIlaria Vento (Rescifina) in azione
Ilaria Vento (Rescifina) in azione

Ilaria Vento (Rescifina) in azione

Due vittorie in altrettante uscite stagionali, è il personale bilancio della Rescifina Messina allenata da Lilia Malaja nella fase ad orologio del campionato di serie B Femminile. Dopo la vittoria nel derby con il San Matteo, la sfida casalinga contro l’ultima in classifica Lazur Catania si è rivelata poco più di un allenamento come dimostrato dal punteggio finale di 85-41. Il risultato finale e l’andamento dei singoli parziali sono sufficienti da soli a spiegare il match andato in scena al PalaTracuzzi tra le ragazze del presidente Piccolo e le etnee di coach Gianni Catanzaro, loro malgrado relegate sempre più in fondo alla graduatoria del campionato. Partita a senso unico, dove l’equilibrio è durato soltanto cinque minuti iniziali, poi le ragazze messinesi hanno messo subito in chiaro il divario tecnico e atletico esistente, portando a casa senza troppo faticare una gara a senso unico. Già alla prima sirena la Rescifina doppia le avversarie sul punteggio di 17-9 ma è nel proseguo della gara che Catania è scomparsa dal campo mentre la Rescifina, in scioltezza, si è potuta confermare praticamente imbattibile tra le mura amiche.

Un time out della Rescifina Messina

Un time out della Rescifina Messina

All’intervallo lungo le peloritane, che ruotano tutte le atlete sul parquet, hanno aumentato a ventitre i punti di vantaggio (41-18 con un break nei secondi dieci minuti di 24-9). Nel secondo tempo il copione non è cambiato con Messina che ha concesso una meritata passerella alle giocatrici del proprio roster mentre andrà rivista la prestazione delle ragazze catanesi, apparse svogliate e prive di mordente, con conseguente espressione di un gioco fatto di individualismi, peraltro poco produttivi, e privo di corale partecipazione di squadra. Messina ha concluso una prova di forza mandando a segno tutto il roster in cui spiccano le doppie cifre di Luana Russo (19 punti) e Ilaria Vento (10). E adesso, dopo la settimana di sosta per dare spazio alla Final four di Coppa Italia di serie A1 che si disputerà il prossimo week-end in Sicilia sul parquet di Ragusa, la Rescifina Messina replicherà tra le mura amiche nella sfida contro la Stella Palermo. Si tratterà di una gara importante che potrebbe permettere a Marchese e compagne di operare l’aggancio in classifica al trio di battistrada composto da Rainbow, San Matteo e Nova Castellammare del Golfo, che equivarrebbe ad un piazzamento di assoluto prestigio in vista del rush finale del massimo campionato regionale femminile.

Un primo piano di Emanuela Libro (Rescifina)

Un primo piano di Emanuela Libro (Rescifina)

Rescifina Messina-Lazur Catania 85-41
Parziali: 17-9, 41–18, 58-30, 85-41
Rescifina: Scionti 4, Gambino 2, Marchese 7, Barlassina 7, Davì 8, Vento 10, Ripellino 4, Derkaoui 7, Libro 4, Russo 19, Spadaro 6, Romeo 2, All Malaja
Lazur: Miceli 4, Licciardello 7, Bruni 6, Gecheva 9, Hristova 3, Messina 3, Carbone 2, Buscema, De Lucia 5, Guastella, Scalone, All Catanzaro

La classifica:
Rainbow 16 punti
San Matteo 16
Nova Basket 16
Rescifina 14
Stella Palermo 8
Lazur Catnia 2

Commenta su Facebook

commenti