La Messana pareggia al 93′ lo scontro diretto con la Jonica

Jonica Messana

La Messana, all’ultimo respiro, si regala un giusto e meritato pari, strappando il 2-2 nello scontro diretto in casa della Jonica che, due volte in vantaggio, subisce le reti di Angrisani e Brancati: risultato che, pur lasciando i locali imbattuti nei quattro match stagionali (tra campionato e Coppa), permette ai giallorossi di mantenere il secondo posto in classifica con una lunghezza di vantaggio.
Modulo offensivo per mister Michele Lucà, che, nel suo 4-2-3-1, schiera Arrigo tra i pali, Broccio, Santamaria, Angrisani e Morgante in difesa, Brancati e Cardia a centrocampo, con Rossano, Cannuni e Nizzari a supporto di capitan Buda.

Gara subito in salita per la Messana che, dopo un minuto, è già sotto: Maggioloti controlla la sfera sui 20 metri e conclude di destro, Arrigo tocca ma non riesce a deviare quanto basta per evitare l’immediato 1-0. Il gol a freddo pesa e la Jonica ne approfitta per rendersi ancora pericolosa al 4’ con Monaco che, su azione angolo, sfrutta la sponda di Fugazzotto, ma calcia alto da pochi passi. La Messana si salva e si sveglia: all’8’ gli ospiti reclamano per un’evidente trattenuta in area su Nizzari, lanciato a rete, e al 15’ sfiorano il pari con un potente destro da fuori di Cannuni, di poco a lato. La squadra di mister Lucà cresce e detta il ritmo: al 20’ Buda avvia una bella azione corale servendo Cannuni che allarga subito per Rossano, ma, sul suo cross da destra, il colpo di testa di Cardia è centrale e Gugliotta blocca. Due minuti dopo, invece, è Rossano, dopo uno scambio con Nizzari, a cercare la porta con un sinistro al volo, insidioso ma ancora a lato. La Messana insiste: al 31’ ci prova Buda con un sinistro da fuori, centrale e parato, e al 38’ Cardia, su punizione da 25 metri, chiama ancora il portiere jonico alla parata in due tempi. L’ultima occasione del primo tempo è per Buda (42’) che, su invito di Broccio, controlla bene ma, di destro, calcia sopra la traversa.

Buda contro il Messina Sud

Nella ripresa la musica non cambia ed è sempre la Messana a gestire gioco e possesso alla ricerca del pari, che arriva al 59’: sulla punizione da sinistra di Buda, è imperioso lo stacco di Angrisani, che incrocia e manda la sfera sul palo lontano. 1-1 con dedica speciale alla piccola figlia Greta. Nonostante il pari, sono sempre gli ospiti a cercare con maggiore insistenza la via del gol, mentre la Jonica, ordinata, gioca soprattutto a centrocampo e si affida alle ripartenze. Al 76’, però, l’episodio della svolta: Lombardo, con una lunga rimessa laterale, trova in area Fugazzotto che stoppa di petto e, ostacolato da Santamaria, va giù. Per l’arbitro, Galioto di Siracusa (incerto in più occasioni), è rigore e secondo cartellino giallo per il difensore, tra le proteste della Messana. Dal dischetto va Monaco e non sbaglia: 2-1. Tutto da rifare per i giallorossi che, sotto di un gol e in inferiorità numerica, devono cambiare e mister Lucà inserisce il difensore Leo per l’attaccante Cannuni: sbilanciati in avanti, all’88’, la Jonica va vicina al tris con Maggioloti che, servito da Fugazzotto, non riesce a superare Arrigo, bravo a restare in piedi e respingere il tiro ravvicinato. Al 90’ altre proteste ospiti per un fallo in area su Cardia, ma il direttore di gara assegna solo la punizione dal limite. Sul successivo calcio piazzato, con Arrigo in attacco, la Jonica riparte in contropiede e, a porta vuota, è Monaco a mandare sul fondo. Gol sbagliato e gol subito: la Messana ci crede fino all’ultimo e, al 93’, Brancati riceve palla al limite dell’area da Bonaffini e, con un preciso destro, batte Gugliotta per il definitivo 2-2 che vale il terzo risultato utile consecutivo e il secondo posto in classifica con 44 punti.
Un pari che, da un lato, permette al Camaro di scappare a +10, dall’altro consente alla Messana di confermare forza e carattere, superando indenne il doppio turno esterno consecutivo, con 4 punti tra Terme Vigliatore e Jonica. Tra una settimana, invece, (sabato 25), Buda e compagni torneranno sul sintetico del “Garden Sport” per il derby contro il Messina Sud.

Michele Lucà – Messana

JONICA-MESSANA 2-2

Jonica: Gugliotta, Loria, Lombardo F., Monaco, Sanfilippo, Herasymenko, Marchiafava (46’ Smiroldo), Cambria, Fugazzotto, Maggioloti (88’ Garufi), Tavilla (60’ Cannata). A disp.: Chillemi, Bartorilla, Lombardo M., Savoca. All.: Moschella
Messana: Arrigo, Broccio, Morgante, Rossano (84’ Spadaro), Angrisani, Santamaria, Brancati, Cardia, Cannuni (84’ Leo), Buda, Nizzari (75’ Bonaffini). A disp.: Imbesi, Saija, Privitera, Impollomeni, Spadaro. All.: Lucà
Reti: 1’ Maggioloti (J), 59’ Angrisani (M), 78’ (rig.) Monaco (J), 93’ Brancati (M)
Arbitro: Galioto di Siracusa
Assistenti: Runza e Gianino di Siracusa
Ammoniti: Gugliotta, Maggioloti, Cannata (J), Cannuni, Santamaria, Angrisani, Bracanti (M),
Espulsi: 76’ Santamaria (M – doppia ammonizione)
Recupero: 0’ e 4’

Commenta su Facebook

commenti