La Jonica chiude una stagione positiva con un altro pari: 0-0 con il Ragusa

JonicaLa Jonica ha sfiorato il vantaggio nel primo tempo

Il secondo pareggio consecutivo non è sufficiente alla Jonica per prolungare ancora la sua post-season ma per una squadra ripescata in extremis e partita con l’obiettivo primario della salvezza il terzo posto nel quadrangolare playoff è comunque un ottimo risultato. Anche in virtù dei tanti infortuni che hanno privato di brillantezza e soluzioni la formazione di Santa Teresa di Riva nel momento topico della stagione.

Jonica

Le formazioni di Jonica e Ragusa

Contro il Ragusa, a secco dopo le prime due giornate, è andato in scena un primo tempo ricco di emozioni, con i padroni di casa a trazione anteriore, moltissime occasioni da gol e qualche recriminazione dovuta a scelte arbitrali contestate e in particolare almeno un rigore negato.

Nella ripresa invece qualche occasione per gli iblei, che hanno anche giocato in superiorità numerica per l’espulsione di Ayrton Hunt per doppia ammonizione. La sconfitta dell’Aci Sant’Antonio avrebbe comunque obbligato la Jonica a vincere con più reti di scarto, considerato il 5-1 incassato all’esordio a Siracusa e la differenza reti negativa. Ma mister Filoramo può comunque essere soddisfatto.

Risultati Quadrangolare 2: Siracusa-Aci Sant’Antonio 2-1, Jonica-Ragusa 0-0. La nuova Classifica: Siracusa 9 punti, Aci Sant’Antonio 4, Jonica 2, Ragusa 1. Risultati Quadrangolare 1: Giarre-Igea 3-1, Atletico Catania-Enna 0-1. La Classifica conclusiva: Giarre, Enna e Igea 6 punti, Atletico Catania 0. Semifinali: Siracusa-Enna, Giarre-Aci Sant’Antonio.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma