La Desi Shipping Messina fa tremare Soverato ma poi cede 3-1 nonostante Ebatombo

Akademia Sant'AnnaA Messina non sono bastati i 24 punti della Ebatombo

Si ferma ancora la Desi Shipping Akademia Messina che, di fronte ad una bellissima cornice di pubblico che ha gremito gli spalti del Palazzetto Polivalente della Cittadella Sportiva Universitaria, non riesce a trovare punti e viene superata 3-1 dal Volley Soverato. Partita dai mille volti: la squadra di casa parte male ma poi riesce a rimettersi in carreggiata senza riuscire, però, a concretizzare le tante occasioni costruite per portare a casa almeno il tie-break.

Akademia Sant'Anna

Il saluto tra Messina e Soverato

Messina scende in campo con uno starting six rivoluzionato dalla partenza di Pertens, in attesa di un paio di ulteriori innesti. Muzi-Ebatombo compongono la diagonale palleggiatore-opposto, Martilotti e Silotto sono le due schiacciatrici mentre le centrali sono la nuova arrivata Martinelli e Catania. Il libero è Giorgia Faraone. Coach Chiappini risponde con Malinov–Korhonen sulla diagonale palleggiatore-opposto, Giugovaz e Schwan sono le due schiacciatrici, al centro Pomili e Cecchi, libero Federica Ferrario.

Parte bene Soverato che ne piazza due di fila e costringe Messina ad inseguire. La reazione di Muzi e compagni però è pronta e il muro dell’esordiente Martinelli dà il là alla rimonta e al sorpasso delle padrone di casa. Le ospiti giocano con determinazione e riescono ad allungare, portandosi sul +4 e costringendo coach Breviglieri a spendere il suo primo time-out (4-8). La mossa non ha effetto e le ragazze di coach Chiappini toccano il +8 (4-12 e nuova sospensione). Questa volta arriva la risposta delle locali che piazzano tre punti e accorciano le distanze, ma le calabresi rispondono immediatamente, raggiungendo anche il massimo vantaggio del set (8-18). Messina tenta la reazione, con alcuni bei colpi della Martinelli che costringono Chiappini a spendere il suo primo time-out (6-12). Le messinesi appaiono maggiormente determinate e si avvicinano fino al -4 (18-22). Il divario, però, rimane ancora troppo ampio e Korhonen e compagne riescono a chiudere il set sul 19-25.

Akademia Sant'Anna

Giorgia Silotto celebra un punto

L’Akademia parte fortissimo nel secondo parziale con un break di 4-0 che costringe alla sospensione le ospiti, che poi accorciano a -2 (5-3). Messina non si scompone e le ricaccia indietro, trovando anche il massimo vantaggio (9-3). Soverato ci prova in più occasioni ma, diversamente dalla prima frazione, la Desi Shipping non concede niente e rimane saldamente avanti nel punteggio (12-5 e nuovo time-out calabrese). Schwan e compagne provano a rimettersi in carreggiata ma Messina non alza il piede dall’acceleratore e grazie al jolly pescato dalla Muzi trova anche il momentaneo +9 (18-9). Soverato trova una reazione importante e si avvicina pericolosamente alle padrone di casa, costringendo coach Breviglieri a spendere il suo time-out (23-19). La Martinelli interrompe il digiuno e trova il set-point, imitata poi dalla Ebatombo (25-20).

Soverato nel terzo set trova subito lo sprint (4-1) ma è ottima la risposta delle messinesi che, trascinate da Valentina Martilotti, portano il punteggio sul pari. L’ace delle numero 6 di casa vale il momentaneo +2, subito trasformato in +3 dall’ace della Mearini (9-6). Pomili e compagne non ci stanno e si riportano sul pari (11-11). Messina strappa ancora una volta con tenacia e Chiappini richiama le sue in panchina (15-12). Malinov e compagne trovano pari e sorpasso (16-17). La partita si accende: il pubblico spinge Messina ma le ospiti si portano sul +2 (17-19 e time-out delle locali). Soverato tocca il +3 (17-20): la reazione delle messinesi non arriva e la Faraone accusa anche un infortunio ad una spalla ma rimane stoicamente in campo. Non basta il time out sul 18-23. Il divario è troppo ampio e le calabresi portano a casa il 2-1 (19-25).

Akademia Sant'Anna

Aurelia Ebatombo è stata la migliore in campo (foto Morgana Factory)

La Desi Shipping nel quarto set è determinatissima e si porta subito sul 5-1, con le ospiti che non riescono ad avvicinarsi. Aurelia Ebatombo piazza anche il colpo del momentaneo +5 e Chiappini richiama le sue in panchina (8-3). È sempre la francese a mettere la palla a terra, prima che la squadra ospite interrompa il digiuno trovando due punti di fila che, comunque, non scompongono Messina. Il buon turno in battuta della Giugovaz frutta quattro preziosi punti alle ospiti, che si avvicinano fino al -2 (12-10), che rimane invariato fin quando Ebatombo piazza il diagonale che vale il nuovo +4 (17-13 e time out). La Desi Shipping non rallenta, prima che arrivi il nuovo contestato -2 (18-16 e sospensione voluta da Breviglieri). Sono ancora le calabresi a segnare, ma Ebatombo risponde. Il finale di set è incandescente: l’Akademia rimane avanti di 2 ma Soverato non molla di un centimetro e corona la sua rincorsa trovando il 20 pari. La Martilotti toglie le castagne dal fuoco e riporta Messina sul +1, che si trasforma nel +2 grazie all’errore delle ospiti che, comunque, trovano di nuovo il pari (22-22). Ancora la Ebatombo ne piazza due di fila e ricaccia indietro le ospiti, ma Soverato risponde. Time-out sul 24-24. Le calabresi trovano il match point, annullato dallo scatenato opposto transalpino. Greta Catania ribalta il risultato ma è immediato il pari ospite. La numero 3 messinese consegna un nuovo set point all’Akademia ma le calabresi trovano il punto del sorpasso. È sempre la Ebatombo a pareggiare per due volte i conti. Questa volta l’errore in ricezione di Messina costa caro: arriva il punto che vale la vittoria (29-31).

Desi Shipping Akademia Messina – Volley Soverato 1-3
Parziali: 19-25, 25-20, 19-25, 29-31. Durata set: 22’, 24, 26, 34.
Desi Shipping Akademia Messina: Varaldo 0, Martinelli 9, Catania 8, Ciancio (L) 0, Composto ne, Martilotti 12, Mearini 0, Muzi 5, Brandi ne, Silotto 6, Ebatombo 24, Faraone (L) 0. All. Breviglieri, Ass. Ferrara.
Volley Soverato: Malinov 1, Schwan 23, Cecchi 12, Ferrario (L) 0, Giambanco ne, Cherepova 0, Giugovaz 12, Zuliani 3, Salviato (L) ne, Korhonen 6, Pomili 12, Toloti ne, Barbaro 0. All. Chiappini, Ass. Nanni.
Arbitri: Sergio Pecoraro e Giovanni Ciaccio di Altofonte.
MVP: Ebatombo.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.