La Benfapp Capo d’Orlando vince sul campo della Leonis Roma. Secondo quarto decisivo

Benfapp CdONicola Mei in lunetta

Seconda vittoria in fila della Benfapp Capo d’Orlando, che al Pala Ponte Grande di Ferentino batte la Leonis Roma con il punteggio di 81-93. La squadra di coach Sodini torna a vincere in trasferta giocando un’ottima partita su entrambi i lati del campo, confermando i progressi fatti nelle ultime settimane. A fare la differenza è stato il secondo periodo, giocato magistralmente dai biancoazzurri, che hanno siglato un parziale di 26-2 che ha cambiato le sorti della gara.

Sontuose le prestazioni dei Big Three Parks-Triche-Bruttini: il primo chiude la gara con 26 punti e 9 rimbalzi, la guardia Usa contribuisce con 23 punti e 4 assist, mentre il capitano gioca la solita partita di lotta e di governo uscendo dal campo con 18 punti e 7 rimbalzi. Bene anche Jacopo Lucarelli con 13 punti e 7 rimbalzi e Nicola Mei che termina la gara con 7 punti e 5 assist.

Benfapp Cdo

Jordan Parks in entrata

La partita comincia con lo stesso quintetto proposto contro Scafati per coach Sodini: Triche, Bellan, Lucarelli, Parks e Bruttini. Coach Corbani schiera invece Piazza, Amici, Fanti, Hollis e Fall.
Dopo i primi due minuti a secco, il primo a trovare il fondo della retina è Amici, con la tripla del 3-0. È il festival delle triple al Pala Ponte Grande di Ferentino: prima Lucarelli e poi Parks per il primo vantaggio Benfapp, poi Piazza, Triche, ancora Piazza e Parks per il sorpasso paladino (11-12). Con la tripla di Fall la Leonis va sul +4 (16-12). Triche in penetrazione tiene i suoi sul -2, ma Zeisloft dalla lunetta allunga sul +5 il vantaggio dei capitolini (19-14). Triche dalla linea della carità chiude il primo parziale sul 19-16.

Ottimo avvio di secondo parziale per i paladini: Parks, Mei e Laganà firmano un mini-break di 7-0 portando la Benfapp sul +4 (19-23). Coach Corbani ferma il gioco per parlarci su, ma al rientro dal time-out sono ancora i paladini a gestire i ritmi: Parks si insinua nella difesa di casa e vola ad inchiodare, il fallo tecnico fischiato ad Amici porta Mei in lunetta, che realizza il libero, trova due punti in penetrazione e poi serve capitan Bruttini. Efficace la difesa dei paladini, che con Bruttini volano sul 19-33 a metà del secondo quarto (parziale di 19-0 per la Benfapp). A sbloccare i padroni di casa è Zeisloft, con la penetrazione a cui segue il doppio fallo tecnico con seguente espulsione di coach Fabio Corbani. Roma subisce il colpo e la Benfapp trova il massimo vantaggio con Lucarelli e quattro punti consecutivi di Parks (+19, 21-40 a 3’ dall’intervallo). Piazza e Fall provano a scuotere Roma e con una buona difesa e ottimi spunti in attacco riescono a tornare sul -12 (30-42). In chiusura di quarto sono Bruttini e Laganà a tenere larga la forbice, mandando le squadre negli spogliatoi sul 30-46.
Orlandina

Sodini e Lucarelli – Orlandina

I primi punti del secondo tempo arrivano dalle mani di Hollis, Parks tiene a distanza i suoi con la tripla del +17 (32-49), ma risponde Hollis, dando il via ad un minibreak in cui partecipano anche Fall e Zeisloft che riporta Roma a 11 lunghezze di distanza (40-51). Lucarelli trova per due volte il fondo della retina dall’arco e Triche in transizione appoggia il nuovo +19 (40-59). Loschi risponde alla tripla, Bruttini va a realizzare in tap-in dopo l’errore di Triche, poi Amici trova tre punti da 8 metri e Parks la mette dalla media. Loschi e Hollis non mollano e riportano Roma a -12 (51-63). Triche e Zeisloft sono ancora mortiferi dall’arco e Bellan chiude il parziale sul 54-68.

In avvio di ultimo quarto i capitolini hanno una decisa reazione: Loschi e Zeisloft riportano Roma ad una sola cifra di svantaggio, -9 (62-71). I paladini non vogliono sprecare quanto di buono fatto fino a quel momento e Lucarelli e Triche riportano a distanza di sicurezza la Benfapp (64-79). Ma Roma non molla, Zeisloft mette la tripla, ma gli risponde Triche e trova la bomba anche Piazza. Il fallo antisportivo fischiato a Hollis manda Triche in lunetta riporta la Benfapp sul +14 (70-84) a 3’30’’ dalla fine. La Leonis continua a crederci e le triple di Zeisloft e le iniziative di Infante e Loschi la riportano sul -7 (81-88) a 50’’ dal termine. Troppo tardi per provare a cambiare il risultato: Parks vola ad inchiodare su assist di Lucarelli, scrivendo la parola fine alla gara che si chiude sull’81-93.
La Benfapp Capo d’Orlando sale dunque a quota 12 punti, salendo al terzo posto in classifica, in attesa delle altre gare dell’11° turno. Prossima gara domenica 16 dicembre alle 18.00 al PalaSikeliArchivi contro la Mens Sana Siena.

Coach Marco Sodini

Dichiarazioni post-partita di Marco Sodini: «Durante i primissimi minuti di gioco entrambe le squadre si studiavano e la gara era in equilibrio. Poi abbiamo deciso di cambiare marcia, cominciando il secondo periodo in quarta, giocando una pallacanestro nettamente superiore. Farlo in trasferta è un grande segnale, un viatico che ci incanala sempre di più verso il percorso giusto. Nel secondo tempo siamo stati un po’ meno concentrati, subendo la loro fisicità e facendo un passo indietro in difesa. Abbiamo concesso qualche tiro facile di troppo a Zeisloft, ma sono comunque soddisfatto della prestazione complessiva. Finora nessuno aveva mai vinto in casa della Leonis e noi l’abbiamo fatto rimanendo sempre in vantaggio in doppia cifra, dopo il break del secondo quarto. E’ una prestazione confortante e dovremo replicarla già domenica contro Siena, che è una squadra molto forte e senza la penalizzazione sarebbe già tra le prime della classe.»
Leonis Roma – Benfapp Capo d’Orlando 81-93
Parziali: 19-16; 30-46; 54-68
Leonis Roma: Zeisloft 23, Infante 2, Piazza 13, Loschi 13, Amici 7, Hollis 12, Fall 11, Cicchetti ne, Santini ne, Fanti, Toure, Cianci ne. Coach: Fabio Corbani.

Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 18, Mei 7, Neri ne, Triche 23, Laganà 4, Murabito ne, Bellan 2, Donda, Lucarelli 13, Parks 26. Coach: Marco Sodini

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti