Primo ko stagionale in Coppa per l’Ottica Sottile Barcellona

L'Ottica Sottile celebra un punto

Dopo un incontro a fasi alterne al tie-break vince il Brolo.

Le premesse per una lunga battaglia c’erano sin dall’inizio, e, tutto sommato l’incontro della palestra comunale di Via Quasimodo non ha tradito le aspettative. Di fronte ad una buona cornice di pubblico (nutritissima come sempre la rappresentanza barcellonese) la spuntano sul filo di lana gli atleti dello Sport Volley Brolo, ma tutto è stato fuorchè un incontro dall’esito scontato. Sin dalle prime battute, infatti, le squadre hanno viaggiato a braccetto, suonandosele di santa ragione, con la differenza che Barcellona, come sempre negli ultimi periodi, riesce a complicarsi da sola la vita, sbagliando molto, specialmente in fase di battuta, e rimanendo troppo molle nella fase muro-difesa. Brolo, sul finire del parziale scava così un mini-break, e, complici i ben 8 errori in battuta dell’Ottica Sottile ed una quantomeno discutibile chiamata arbitrale sul 24-22, chiude il primo parziale sul 25-22. Barcellona accusa il colpo, e nella fase iniziale del secondo set lascia totalmente l’iniziativa ai padroni di casa, che, dal canto loro però non approfittano della non lucidissima fase attraversata da Crisafulli e compagni. Verso la metà del parziale, l’Ottica Sottile ha così un sussulto d’orgoglio, ma Ricciardello & soci non hanno la benchè minima voglia di gettare la spugna: tra un capovolgimento di fronte e l’altro, e due set point reciprocamente annullati sul 24-26 è la squadra di Enza Torre ad aggiudicarsi il secondo atto del match, andando sull’uno pari. Decisivo sarà, in questa fase, Tindaro La Macchia, che subentrato al servizio metterà a terra l’ace decisivo.
Identico, ma con epilogo ancora più thriller, il copione del terzo parziale, in cui nella prima parte l’Ottica Sottile cede alla pressione dei padroni di casa, salvo poi avere la solita veemente reazione intorno alla metà della contesa. Come nel secondo set, anche in questo caso nessuna delle due squadre ha intenzione di gettare le armi: ne esce fuori così una altalena di emozioni incredibile, con errori e belle iniziative da una parte e dall’altra, ed una serie interminabile di set point reciprocamente annullati. Alla fine sarà Marchetta a mettere a terra la palla che vale il set point, immediatamente capitalizzato dal Barcellona nella successiva azione. Dopo oltre 30 minuti ed un finale al cardiopalma Barcellona si porta così in vantaggio nel computo dei set, tra il giubilo della numerosissima schiera di tifosi giunti dalla Città del Longano.
E’ proprio da questo momento però che l’Ottica Sottile ritornerà quella appannata ed imprecisa vista nel primo set: una serie interminabile di errori, uniti alle ottime iniziative dei padroni di casa, che di certo non si faranno pregare per infierire su un avversario che non palesa la benchè minima reazione, porteranno in un amen la squadra di casa sul 25-14 e, di conseguenza, sul 2-2 rimandando l’esito del match al tie-break.

Saluti prima del match

Saluti prima del match

Anche nell’ultimo set, purtroppo per Barcellona, la partenza di Crisafulli e compagni non sarà delle migliori. Troppo molli sulle gambe, ed ancora una volta troppi errori in battuta apriranno la strada ai padroni di casa che, dal canto loro, avranno il merito di ridurre al minimo, soprattutto nel corso dei due ultimi parziali, il numero degli errori, mantenendo una maggiore lucidità nei momenti topici del match. Si conclude così sul 3-2 per lo Sport Volley Brolo (15-12 l’ultimo atto) un incontro tutto sommato molto gradevole, che, con un pò di concretezza in più sarebbe stato ampiamente alla portata dei ragazzi del Presidente Fazio. Se, rispetto alla partita contro il Milazzo, la reazione alle prime difficoltà è avvenuta decisamente prima, c’è da migliorare ancora e molto, soprattutto nell’atteggiamento di approccio alla gara, visto che, per lunghe fasi i ragazzi di Enza Torre sono stati quasi disconnessi dal campo, ripristinando i collegamenti soltanto quando i giochi erano ormai compromessi. Ciò che consola è, comunque, che per la seconda uscita consecutiva, l’Ottica Sottile raggiunge il quinto set, con una prestazione tutto sommato sufficiente, ma, che, a dire il vero, non rende onore al reale potenziale della formazione barcellonese. Ben altro è il volley che Marchetta e compagni sono in grado di esprimere, e ciò, lascia ben sperare in prospettiva dell’imminente inizio del campionato.
Saranno quelli i punti che conteranno, per conquistare, anche quest’anno, la salvezza il prima possibile! La Sconfitta patita in quel di Brolo infatti, non pregiudica per nulla il cammino in coppa della formazione del Presidente Fazio che però, negli ottavi di finale, avrà lo svantaggio del fattore campo nella sfida contro il Termini Imerese. L’incontro sarà fissato, presumibilmente nel periodo a cavallo tra capodanno e l’Epifania, mentre per ciò che concerne il campionato, Barcellona inizierà all’Aia Scarpaci la propria avventura ospitando quel Mazara che, nella precedente esperienza tirrenica nel massimo campionato regionale, fu protagonista assieme alla squadra del Longano allora guidata da Domenico Fazio, di tantissime battaglie sportive davvero entusiasmanti.

Commenta su Facebook

commenti