Kendo: Tre messinesi in cerca di gloria in Giappone

Un combattimento di kendoUn combattimento di kendo

Tra i sette atleti che rappresenteranno l´Italia a Tokyo in vista dei prossimi Campionati del Mondo di Kendo tre sono messinesi: Giuseppe Giannetto, Alessio Giannetto e Dario Baeli.

Kendo Messina FC

Kendo Messina FC

Dal 29 maggio al 31 maggio, in Giappone, è in programma la sedicesima edizione dei Campionati del Mondo di Kendo e sarà proprio la capitale Tokyo ad ospitarli. L’Italia giunge all’appuntamento da squadra campione d’Europa e per questo motivo gli occhi saranno puntati sugli azzurri. Sono sette gli atleti che fanno parte della Nazionale Azzurra, tre dei quali messinesi, tutti della Kendo Messina Franco Costa: il capitano Giuseppe Giannetto, Alessio Giannetto e Dario Baeli. Completano la spedizione italiana Fabrizio Mandia, Cristian Filippi, Demetrio Orlando ed Edwing Soldati.

Una grande stagione per gli atleti messinesi, tutti in forza alla Kendo Messina Franco Costa reduci dalla quarta vittoria consecutiva del titolo italiano a squadre insieme a Riccardo Costa e Roberto Baeli. Un altro titolo italiano è arrivato nella prova individuale Dan Assoluti con Giuseppe Giannetto, mentre la scorsa settimana si è aggiunto ancora un titolo italiano conquistato nella categoria Kyu dall’atleta emergente Roberto Baeli nella categoria Kyu.

Giuseppe Giannetto, campione italiano individuale

Giuseppe Giannetto, campione italiano individuale

Agli ultimi campionati del mondo, svolti per la prima volta in Italia, grande la prestazione offerta dagli azzurri sia in campo individuale che a squadre. Nella prova individuale il miglior risultato ottenuto è stato quello di Giuseppe Giannetto che ha perso agli ottavi di finale a cui è stato peraltro assegnato il premio fighting spirit (miglior spirito combattivo). Nella competizione a squadre l’Italia è arrivata ad un passo dalla medaglia perdendo con gli USA ai quarti solo per un punto allo spareggio. Grandi, appunto per questo, sono le aspettative della squadra italiana, che dopo un anno di intensissimi allenamenti adesso è attesa alla grande prova. In Giappone c’è grande euforia, in attesa dell’evento iridato: l’hanno intitolato “RITORNO ALLE ORIGINI” poiché la prima edizione dei Mondiali si è disputata a Tokyo. Il palazzetto che li ospiterà è il BUDOKAN prestigioso impianto da cui sono nate tutte le arti marziali.

Commenta su Facebook

commenti