Ischia-Messina, solo pareggi. Altobello e Bjelanovic in gol nel 2014

Bjelanovic è pronto a subentrare

Ischia e Messina di fronte in Campania per la quarta volta nella storia. Accadrà domenica allo stadio “Mazzella”, per la diciannovesima giornata del girone C di Lega Pro. In casa dei gialloblù le due squadre si incontrarono per la prima volta nell’ultimo atto del torneo di C1 1992-93. Una gara-spareggio, terminata a reti bianche, che sancì la retrocessione dei campani e la salvezza dei giallorossi. Un verdetto che servì a poco a causa del fallimento dell’ACR, materializzatosi qualche mese più tardi.

Maiorano festeggia Ferreira dopo il gol a Ischia

Maiorano festeggia Ferreira dopo il gol a Ischia

Altro pareggio ben ventuno anni dopo. Il 5 gennaio 2014, nella prima di ritorno di Seconda Divisione, fu il Messina ad andare in vantaggio al 18′ con Costa Ferreira, liberato al tiro da Corona. Una vittoria sfumata praticamente allo scadere per effetto dell’1-1 giunto al 43′ della ripresa con Austoni, abile a sfruttare una disattenzione della difesa ospite. Era già il Messina di Grassadonia che avrebbe compiuto una prodigiosa risalita in classifica, fino ad agguantare il primo posto ed il salto in Lega Pro unica. Segno “X” anche nel campionato successivo. Il 7 dicembre 2014, in un match giocato alle 11 del mattino, finì però 2-2. Ad opera di Ciotola le due reti siglate dai padroni di casa, al 23′ e poi al 69′ su rigore. Nel mezzo le marcature di Altobello, sugli sviluppi di un corner, al 38′, e Bjelanovic, di testa, al 67′, per la momentanea rimonta dei peloritani. Orlando e Iuliano, quel giorno in campo dal 1′ con il Messina, sono ora in forza all’Ischia, mentre Izzillo ha appena rescisso il contratto che lo legava al club gialloblù per accasarsi alla Juve Stabia.

Commenta su Facebook

commenti