Iniziate le selezioni provinciali di “Una Ragazza per il Cinema”

Una Ragazza per il CinemaUna Ragazza per il Cinema

Sono iniziate in tutti Italia le selezioni provinciali per individuale le 100 finaliste del concorso “Una Ragazza per il Cinema”, che si cocluderà con la finalissima di settembre al Teatro Antico di Taormina.

Una Ragazza per il Cinema

Il manifesto della kermesse

Antonio Lo Presti e Daniela Eramo, patron nazionali del concorso di bellezza, giunto sua XXIX edizione, che ha contribuito a lanciare, tra le altre, nel passato e nel presente, Valeria Marini e Giusy Buscemi, hanno ufficialmente presentato il manifesto che accompagnerà le successive fasi della kermesse artistica. Protagonista assoluto è l’esclusivo color rosso “pantone”, ma un tocco di esuberante ed elegante femminilità viene assicurato dalla splendida diciannovenne alessandrina Alessia Debandi (Una Ragazza per il cinema 2016). “Una Ragazza per il cinema” cerca il talento nascosto in ognuna delle concorrenti al fine creare nuove figure professionali in ambito artistico. Alessia Debandi è stata peraltro in questi giorni gradita ospite in Sicilia, tra Catania e Taormina, per realizzare lo “shooting” fotografico ufficiale 2017, servizio coordinato dal direttore creativo ufficiale del concorso e fotografo Roberto Grillo.

Una Ragazza per il Cinema

Alessia Debandi nel backstage (foto Roberto Grillo)

A prestare nell’occasione la propria collaborazione tecnico-logistica, la maison Gil Cagnè (da anni tra gli sponsor principali dell’evento), Giusy Portolano (make-up) e Serena Tomaselli (New Hair, acconciature), nonché le note stiliste Carmela Motta e Barbara Celi e il Grand Hotel Villa Itria Viagrande (CT), quartier generale de “Una Ragazza per il cinema” 2016. “Siamo già pronti per una nuova stagione di emozioni e di successi, almeno è quello che ci auguriamo – rivelano entusiasti Antonio Lo Presti e Daniela Eramo, consorti e patron della kermesse artistica – abbiamo tante novità in cantiere, per il momento riposte gelosamente nel cassetto, che preferiamo svelare al momento opportuno. Siamo convinti come esse ci aiuteranno certamente ad elevare ulteriormente il tasso qualitativo del concorso, che intende offrire concrete opportunità di lavoro e di stile di vita alle ragazze ed, indirettamente, alle famiglie che ci danno fiducia, senza per questo ergerci a moralisti”.

Una Ragazza per il Cinema

Beatrice Accaputo, Alessia Debandi e Nina De Caprio nell’edizione 2016

In fibrillazione le decine di agenti regionali del concorso (lo Staff nazionale è tuttavia al lavoro per coprire nuove province e località italiane, al fine di assicurare una sempre maggiore capillarità e visibilità alla manifestazione), che ha contribuito a lanciare, tra le altre, in un recente passato e nel presente, personalità del calibro di Valeria Marini, Giusy Buscemi, Noemi Guglietta, Tania Bambaci, Jessica Bellinghieri, Giulia Todaro ed Elisa Pepè Sciarria, romana, quest’ultima Una Ragazza per il cinema 2015. Inoltre lo staff del concorso mira a migliorare le cifre già da record “marcate” nella passata edizione, quando ad essere rappresentate nella finale nazionale furono ben 15 regioni italiane, fattore mai accaduto in precedenza. A guidare l’ideale classifica delle presenze per numero di ragazze fu lo scorso anno la Sicilia, padrona di casa, con 24 finaliste. A seguire, secondo parametri prettamente numerici, furono la Sardegna e la Puglia, rispettivamente con 14 e con 10 modelle. A scendere, la graduatoria ha inoltre visto la Lombardia ed il Lazio a quota 9 finaliste, il Piemonte e la Campania con 7 presenze, le Marche e l’Emilia Romagna con 4 miss, il piccolo Molise, la Calabria e inoltre la Toscana con tre ragazze ciascuna, il Friuli Venezia Giulia ed il Veneto con due reginette ed infine la Liguria con una rappresentante nella finale 2016, che fu ospite nella splendida piazza Università, a Catania.

Una Ragazza per il Cinema

Daniela Eramo, Svitlana Sudenko e Antonio Lo Presti

Tra le curiosità, sempre lo scorso anno, la Sardegna fu la regione ad aver organizzato statisticamente il numero più elevato di selezioni provinciali e regionali nell’arco della stagione, ben 36, mentre il Piemonte è la regione che in proporzione ha conquistato più titoli (6 in totale, tra cui il primo ed il terzo premio assoluti) rispetto al numero delle concorrenti presenti nella finale (sette). L’età di tutte le 102 finaliste nazionali ad Una Ragazza per il cinema fu compresa nel 2016 tra i 15 ed i 25 anni. Complessivamente furono 51 i riconoscimenti assegnati alle vincitrici nello scorso settembre, tra fasce, borse di studio e titoli vari. Ad affiancare sul podio Alessia Debandi, Una Ragazza per il cinema 2016, furono la siciliana Beatrice Accaputo, nata ad Avola (SR), seconda classificata e la piemontese Nina De Caprio, originaria di Caselle Torinese (a sua volta 3a classificata), allora la più giovane del lotto delle finaliste con i suoi 15 anni da compiere. Confermato il main sponsor Guess (la nota Maison di moda “glamour” anche per quest’anno ha deciso di legare la propria immagine ed il proprio marchio al concorso) ma va sottolineato come tutti gli altri principali sponsor istituzionali abbiano inteso rinnovare il progetto di proficua collaborazione con Una Ragazza per il cinema. Sono in corso ulteriori contatti con altre aziende sia regionali sia nazionali interessate ad investire parte delle proprie risorse nel progetto “Una Ragazza per il cinema”. Sarà frattanto ancora l’azienda ferrarese Xento, coordinata dalla pugliese Anna Suriano, a riproporre la preziosa nuova corona per la Ragazza per il cinema 2017, dallo scorso anno tempestata di rubini rossi, dietro proposta della patron Daniela Eramo. A condurre le due serate dedicate alla finale nazionale di Catania, lo scorso anno, furono Riccardo Signoretti ed Emanuela Folliero, il primo in veste di direttore dei settimanali “Nuovo” e “Nuovo Tv” (che ogni anno dedicano tanto spazio al concorso siciliano), la Folliero in qualità di noto volto Mediaset. Presidente di giuria fu chiamato il regista e produttore bolognese Pupi Avati, mentre il ruolo di coreografo ufficiale fu ancora una volta affidato allo statunitense, ormai italiano d’adozione, Garrison Rochelle. “Make-up artist” ufficiale è stato poi Pablo, della “maison” Gil Cagnè, al gruppo parrucchieri Wella è altresì toccato occuparsi dell’immagine e delle acconciature delle ragazze in gara. Il nisseno Ernesto Trapanese si è invece dedicato con grande professionalità alla direzione artistica dell’evento e più in dettaglio all’organizzazione generale, coadiuvato dalla sapiente mano della coordinatrice emiliana Ketty Lalli. Fotografi “ufficiali” della manifestazione “clou” della stagione di bellezza, invece, Francesco Bonaccorso e Gianfranco Nepitelli (tra i più attivi collaboratori anche l’altro fotografo Enzo Raineri), mentre la messinese Pvk, Produzioni video Karamella, ha gestito le riprese ufficiali nonché il service audio-video dell’evento, a cura dei titolari Giovanni ed Antonio Grasso (in “cabina di regia”, inoltre, era Antonio Cucinotta). A curare con puntiglio l’immagine del concorso e tutti gli altri aspetti connessi al coordinamento tecnico-logistico ci ha pensato il già citato direttore creativo Roberto Grillo. Ulteriori informazioni e curiosità sul percorso relativo al XXIX Concorso di bellezza “Una Ragazza per il cinema” potranno essere facilmente reperite o richieste in qualsiasi momento da addetti ai lavori e, perché no, semplici “follower”, sul sito internet ufficiale:www.unaragazzaperilcinema.eu, oppure inviando una email all’indirizzo ufficiale: info@unaragazzaperilcinema.eu. Per coloro i quali lo preferissero, anche aggiornamenti su Facebook, all’indirizzo ufficiale: www.facebook.com/unaragazzaperilcinemaufficiale. Interessanti novità, pure, sui social Twitter, al “tweet” ufficiale: @URC_Ufficiale ed all’indirizzo: @FlavioLipani , nonché su Linkedin, al medesimo account. Potrete poi seguirci su: #unaragazzaperilcinema2017 ,  #unaragazzaperilcinema  ed  #alessiadebandi .

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti