Infantino saluta la Torres. Sondaggi per Del Sante, più lontano Berardocco

Un primo piano di Infantino in sala stampa

È finalmente giunta al capolinea la lunga telenovela che riguarda la punta Saveriano Infantino. Ha avuto infatti esito positivo l’incontro romano tra il calciatore, il suo agente Giuseppe Sampino ed il presidente del club sardo Domenico Capitani, che gestisce ormai in prima persona il mercato dopo l’addio del direttore sportivo Enzo Nucifora. Il 28enne ha già salutato i compagni ed il club al quale è legato da un contratto che lo lega ai rossoblù fino al giugno del 2016. Risolte le pendenze con il club sardo, a Sassari davano per scontato il suo approdo a Messina.

L'attaccante Saveriano Infantino in azione con la maglia della Torres, che lascia dopo un anno di permanenza

L’attaccante Saveriano Infantino in azione con la maglia della Torres, che lascia dopo un anno di permanenza

Ma è stato decisivo l’ultimo affondo da parte dell’Ischia, con il direttore sportivo campano Salvatore Basile che già ieri sera confidava ancora in un esito positivo della trattativa, come riporta “SportIsclano”: “Infantino sarebbe l’ideale per ricoprire il ruolo di prima punta. Stiamo continuando a lavorare per cercare di portarlo ad Ischia. La disponibilità da parte sua c’è, ma non è facile, anche perché ha altre richieste da quattro o cinque società che come noi lo vorrebbero”. In realtà sono state battute sul tempo Messina, Melfi, Aversa Normanna e Vigor Lamezia. Infantino lascia la Sardegna dopo avere collezionato nell’arco del 2014 24 presenze, siglando 5 reti. Questa è per lui la sesta stagione consecutiva tra i professionisti: nel 2012/2013 a L’Aquila e nel 2009/2010 a Barletta le due annate più prolifiche: in entrambe 10 gol in 28 gare. 9 i centri firmati a Bitonto in D prima del grande salto in Lega Pro.

L'attaccante della Vigor Lamezia Stefano Del Sante vuole avvicinarsi alla sua Perugia

L’attaccante della Vigor Lamezia Stefano Del Sante vuole avvicinarsi alla sua Perugia

La dirigenza peloritana ha sondato poi con i dirigenti della Vigor Lamezia la possibilità di ingaggiare la punta Stefano Del Sante. La corte del club di Lo Monaco ha fatto vacillare l’attaccante, che predilige però una destinazione più vicina alla sua Perugia, dove risiede la famiglia. Dovrebbe preferire quindi l’Arezzo a Casertana e Messina. Nel frattempo l’annunciata conferma di Nigro, che segue gli ingaggi di Mancini e Ciciretti, fa scemare l’interesse per il centrocampista centrale Luca Berardocco. A confermarlo il direttore sportivo del Crotone Giuseppe Ursino, contattato telefonicamente: “Per settimane il Messina ci ha chiesto informazioni sul ragazzo, ma adesso credo non rientri più nei loro piani”. Il cartellino del pescarese, che compirà 24 anni il prossimo 21 gennaio, è di proprietà del Parma, la società dalla quale arrivò in estate Errico Altobello, mentre i calabresi sempre nei mesi scorsi hanno già ceduto in prestito ai siciliani l’esterno Marco Cane.

Il crotonese Luca Berardocco, a lungo obiettivo di mercato del Messina

Il crotonese Luca Berardocco, a lungo obiettivo di mercato del Messina

Nelle prossime ore verrà definita infine la posizione di Alex Benvenga, già escluso dalla lista dei convocati domenica scorsa ed ai margini da quando lo staff tecnico ha deciso di rilanciare l’ex crotonese. Sulla sua posizione avrebbe pesato peraltro uno screzio con il vice-allenatore Antonello Altamura. Il suo procuratore è l’ex calciatore del Pisa Gabriel Raimondi, che per oltre una settimana è stato bloccato nella sua Argentina. Questa mattina il rientro in Italia dell’agente, che assiste anche Lucioni del Benevento: atteso un confronto con la dirigenza peloritana per capire se il calciatore dovrà accasarsi altrove o se potrà ancora rientrare nei piani del Messina. Ma l’addio sembra ad un passo.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti