Il Sant’Agata perde l’imbattibilità: sconfitto in rimonta a Caccamo

Bontempo del Città di Sant'Agata

A Caccamo il Sant’Agata perde l’imbattibilità stagionale, venendo superato con il punteggio di 2-1. Grande nervosismo in campo, con gli ospiti che hanno protestato per alcune discutibili decisioni arbitrali. Una brutta battuta d’arresto per i biancoazzurri, che vedono allungare ulteriormente la capolista Licata ed il Canicattì, fresco vincitore della Coppa Italia.

Dopo pochi minuti il Sant’Agata passa grazie al giovane Saverino, pronto a ribadire in rete una corta respinta del portiere su punizione di Gatto. Al 19′ arriva il pari dei padroni di casa con Calabrese che sul secondo palo raccoglie una spizzata di un compagno e deposita la sfera in rete. Al 23′ le due squadre rimangono in 10, visto che vengono allontanati Sposito e Gatto. Nel corso del 38′ punizione per il Sant’Agata ma il direttore di gara la inverte concedendola al Caccamo che, con Guastella, realizza il 2-1. Nella ripresa il Sant’Agata rimane 9. Bontempo interviene su un giocatore lanciato a rete ed induce il direttore di gara a concedere la massima punizione e ad espellere il giocatore. Guastella calcia dagli undici metri, Ingrassia neutralizza. Nonostante l’uomo in meno i biancoazzurri si tuffano generosamente in avanti alla ricerca del pari ed ovviamente rischiano qualcosa sulle ripartenze locali, che vengono però stoppate da un super Ingrassia. Dopo un lungo recupero arriva il triplice fischio, a sancire la prima sconfitta stagionale.

Caccamo-Sant’Agata 2-1
Caccamo: Milani, Di Chiara, Amato, Tarantino, La Mattina, Sposito, Murò, Zarcone (37′ st Mazzamuto), Calabrese (27′ st Agiato), Guastella, Mercanti (45′ st Zammitti). all. Guida
Sant’Agata: Ingrassia, Scaffidi, Zingales, Gatto, Bontempo, Drago (46′ st Frusteri), Scolaro, Saverino (25′ st Conti), Carioto, Piyuka, Biondo. all. Venuto
Arbitro: Bonasera di Enna
Marcatori: 2′ Saverino, 19′ Calabrese, 39′ Guastella
NOTE – Espulsi: 23′ Sposito, Gatto, 53′ Bontempo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti