Il Sant’Agata lavora per quattro innesti. Giampà potrebbe ritrovare Squillace

SquillaceSquillace prova a sfondare sulla corsia sinistra (foto Paolo Furrer)

Linea ben tracciata in casa Città di Sant’Agata. Non c’è nulla da stravolgere dopo il positivo girone di andata, ma sicuramente alcuni innesti sono necessari dopo le uscite degli over Giuliano e Faella e degli under Pascali, Siracusa, Nuzzo e Ficarra. Il direttore sportivo Ettore Meli lavora per formalizzare quattro operazioni di mercato in entrata, limando gli ultimi dettagli di natura contrattuale.

Giuseppe Alessandro Cervillera

Giuseppe Alessandro Cervillera con la maglia del Bra

La squadra di mister Giampà puntellerà tutti i ruoli, con due nuovi tasselli classe 2002, Giuseppe Alessandro Cervillera e Gaspare Miceli. Nato e cresciuto calcisticamente a Ragusa, Cervillera è un esterno sinistro reduce dall’esperienza in Piemonte nelle file del Bra (undici le presenze), dopo due anni al Marina di Ragusa, con cui disputò ben 33 gare, realizzando anche una rete contro il Santa Maria Cilento.

Miceli invece è un centrocampista in uscita dal Biancavilla, con cui aveva iniziato l’attuale campionato, collezionando una decina di gettoni. Cresciuto nel Trapani, nella provincia in cui è nato, vanta una trentina di apparizioni con il prestigioso vivaio del Parma, con cui andò a segno contro l’Under 17 del Genoa. Attesa a breve la doppia ufficializzazione della società, che nel frattempo è concentrata soprattutto nella ricerca di un centrocampista offensivo di spessore.

Squillace

Squillace atterrato da Fumagalli, ma il Messina non otterrà il penalty (foto Luca Maricchiolo)

Giampà spera infatti di riabbracciare presto l’esperto Tommaso Squillace, esterno mancino classe 1989 con oltre 250 presenze in serie C principalmente con le maglie di Catanzaro, Fondi, Sicula Leonzio e Paganese, con cui nel passato torneo di Lega Pro disputò ben 34 gare, con le reti a Vibonese e Bisceglie e tre assist.

L’attuale tecnico del Sant’Agata e il centrocampista reggino hanno disputato una cinquantina di gare assieme nel Catanzaro, tra il 2011 e il 2016, nell’arco di tre differenti tornei di Lega Pro. Squillace avrebbe battuto la concorrenza del 35enne Filippo Baldinini, svincolatosi dal Pineto a dicembre, con l’attivo circa 350 gettoni tra i dilettanti.

Elisè Okito Lundula

Elisè Okito Lundula stato tesserato dalla Vibonese

Infine l’attacco, con il terzo under individuato da dirigenza e staff tecnico. Nonostante siano stati proposti diversi profili, tra cui l’esperto ex palermitano Ferdinando Sforzini e Lorenzo Mitta, il club biancazzurro avrebbe optato per Elisè Okito Lundula, punta classe 2002 di origine francese, che avrebbe convinto per identikit e caratteristiche. Cresciuto nel settore giovanile dello Châteauroux, lo scorso anno si era allenato con la formazione “Primavera” del Crotone, ma è stato poi tesserato dalla Vibonese in C.

The following two tabs change content below.

Gabriele Ferruccio

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.