Il Riviera cerca il primo successo nella trasferta con il Randazzo

L'allenatore rivierasco Mario Tomanchio

 

Il centrocampista Dario Cannistraci

Il centrocampista Dario Cannistraci

Diramata dal presidente Massimo De Domenico la lista dei 19 convocati del Riviera Messina Nord, scelti dal tecnico Mario Tomarchio in vista della trasferta di domenica prossima con il Randazzo. La gara, valida per la quinta giornata d’andata del girone B di Promozione, si disputerà sul sintetico del “San Giacomo” di Castiglione di Sicilia. L’elenco comprende Salvatore, Francesco Sanfilippo, Alessio, Alessi, Donato N., Cannistraci (al rientro dopo aver scontato la squalifica risalente alla gara dello scorso anno con il Real Giarre), Gianluca Sanfilippo, Rosario Morabito, Lavecchia, Giuseppe Lipari, Parisi, Paolo Molonia, Affè, Bonanno, Panetta, Alberto Denaro, Mangraviti, Roberto Cambria e Davide Arena.

Il terzino sinistro Felice Affè

Il terzino sinistro Felice Affè

L’obiettivo dei rivieraschi è quello di provare ad ottenere il primo successo stagionale al loro quinto tentativo, che sarebbe certamente un bel toccasana dopo un avvio problematico. Erano, e sono ben altre, infatti, le ambizioni della dirigenza messinese che non si sarebbe mai aspettata di raccogliere appena un punto dopo 4 partite, né tantomeno di dover fare i conti con questa inattesa girandola di allenatori dimissionari.

Toccherà adesso a un “vecchio lupo” della panchina come Mario Tomarchio infondere fiducia alla squadra e all’ambiente, facendo valere tutta la propria esperienza al fine di raddrizzare la barca sotto il profilo psicologico e giocoforza del rendimento (sinora a corrente alternata) e dei risultati.

Nell’ultimo precedente della scorsa stagione (6 gennaio scorso, seconda giornata di ritorno del girone C), disputato sempre nello stesso rettangolo di gioco ad inizio girone di ritorno, gli alcantarini restituirono ai peloritani il sonoro 4 a 0 subìto all’andata al “Terre Forti” di Villafranca Tirrena. In quest’ultima circostanza (16 settembre 2012) la squadra allora guidata da Peppe Furnari, fresca di ripescaggio al pari di quella avversaria, dopo un primo quarto d’ora problematico, ebbe modo di prevalere alla distanza grazie alle marcature di Giancarlo Gugliotta, D’Amico (autorete), Felice Affè e Paolo Molonìa.

Commenta su Facebook

commenti