Il Milazzo torna alla vittoria. San Pio X battuto all’ultimo respiro

Milazzo-San Pio

Dopo un finale al cardiopalma, il Milazzo ritrova la vittoria dopo un mese piegando per 2-1 il Catania S.Pio X al “Marco Salmeri”. Il match è stato deciso in pieno recupero da un rigore procurato e calciato magistralmente da Charlie Venuti al termine di una partita tirata e ricca di insidie per i ragazzi rossoblù che, per oltre 40′ in inferiorità numerica, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo ed hanno creduto sino all’ultimo di portare a casa l’intera posta in palio. Tralasciando per un attimo l’ennesimo arbitraggio insufficiente della stagione, il Catania S.Pio X ha destato un’ottima impressione, mostrando una buona organizzazione e un gioco ordinato, soprattutto nella prima frazione. La compagine catanese ha anche rischiato di vincere la partita, sfruttando gli spazi con un ottimo Sottile che nell’ultima mezz’ora ha messo i brividi ad una retroguardia milazzese comunque positiva se si eccettua l’azione del gol del provvisorio pareggio. Ma il cuore rossoblù ha battuto forte, fino all’ultimo respiro, come un pugile che proprio sul gong sferra il diretto decisivo che mette al tappeto il suo avversario.

Messineo (Milazzo)

Messineo (Milazzo)

La cronaca. Mister Perdicucci deve fare a meno degli squalificati Salmeri, Laquidara, Ancione e Mangano ma comincia a recuperare pezzi importanti, ritrovando Camarda, Calderone e Messineo. Una lieta sorpresa, dopo 105 giorni dal grave infortunio alla spalla si rivede Rino Frisenda che siede in panchina ma pronto a dare il suo contributo. Si gioca con un meteo inclemente, vento forte e pioggia per larghi tratti della gara. Il Catania S.Pio X parte forte e dopo un minuto mette i brividi al Milazzo con Mazzamuto che sfrutta una sponda di Criscione calciando alto di poco da dieci metri. Al 11′ Sottile calcia al volo a botta sicura ma Dall’Oglio si immola e devia in corner. Il Milazzo è un pò impacciato, vittima anche del campo notevolmente appesantito. Pian piano i mamertini iniziano però a guadagnare metri e crescono sensibilmente. Al 22′ punizione liftata di Camarda, palla che sorvola l’incrocio dei pali. Alla mezz’ora il giovane Michele Costa viene a contatto con un avversario all’interno dell’area di rigore ospite, il signor Selmi estrae il giallo per simulazione. Al 36′ arriva il vantaggio del Milazzo siglato da Alosi che da oltre 25 metri calcia magistralmente una punizione, la sfera si insacca sotto l’incrocio dei pali nonostante il disperato balzo di Costanzo. Un gol da applausi…

La formazione del Milazzo

La formazione del Milazzo

Dopo 6 minuti della ripresa il Milazzo resta in inferiorità numerica per l’espulsione di Michele Costa. Ancora un cartellino rosso, il settimo nelle ultime quattro partite. I rossoblù sembrano comunque non risentirne e controllano con ordine. Al 67′ spunto di Sottile sulla sinistra, la palla attraversa tutta l’area piccola e si perde sul fondo. Al 70′ Ciccone ci prova dalla distanza, la sua conclusione subisce una deviazione che per poco non beffa Costanzo. Dal corner susseguente arriva il patatrac. I catanesi conquistano palla al limite dell’area e si distendono in contropiede, la difesa rossoblù è mal piazzata così Ranno, in situazione di due contro due, può servire a sinistra il neo entrato Daniele Costa che penetrà in area di rigore e batte Di Dio in uscita. Mister Perdicucci decide che è il momento di gettare nella mischia Rino Frisenda, dentro anche Vitale per Ciccone mentre in precedenza Chicco D’Anna aveva rilevato capitan Camarda. Il Milazzo si getta in avanti alla ricerca dei tre punti esponendosi però alle pericolose ripartenze dei biancorossi catanesi, ispirate soprattutto da un Sottile che fa il diavolo a quattro sulla sinistra. Al 84′ il Catania S.Pio X getta alle ortiche la palla del 2-1: Ranno, servito da un traversone a filo d’erba di Sottile calcia verso la porta sguarnita ma Messineo salva miracolosamente a pochi metri dalla linea di porta. Al 87′ punizione di Alosi, sponda di Dall’Oglio per Parisi che realizza in girata ma il gol viene annullato per un fuorigioco alquanto presunto. Saltano gli schemi, gli animi si infiammano. Al 90′ Venuti viene abbattuto da un difensore ospite in piena area ma il direttore di gara ignora incredibilmente ed ammonisce lo stesso Venuti per proteste. I ragazzi rossoblù ci credono fortemente ed al 93′ Venuti viene steso in area da Santonocito; questa volta il signor Selmi, dopo un attimo di esitazione, assegna il penalty fra le violente proteste dei calciatori biancorossi. Dopo due minuti di bagarre, finalmente, la massima punizione può essere eseguita, Venuti calcia con grande freddezza spiazzando Costanzo e scatenando il delirio delle poche centinaia di persone presenti al “Marco Salmeri”.

Venuti in azione

Venuti in azione

Tre punti d’oro, tre punti conquistati con i denti che permettono al Milazzo di ritrovare la vittoria dopo quattro partite e di rosicchiare due punti alla seconda della classe Città di Scordia, fermata sullo 0-0 ad Acireale. Domenica c’è lo scontro diretto in quel di Scordia ma il grande cuore dimostrato da questo Milazzo può ispirare fiducia per il prossimo futuro.

MILAZZO – CATANIA S.PIO X 2-1
MILAZZO: Di Dio, Calderone, Messineo, Ciccone (75′ Vitale), Dall’Oglio, Parisi, Costa M., Alosi, Mento (75′ Frisenda), Camarda (57′ D’Anna), Venuti. A disp: Sanfilippo, Russo, Gualdi, Isgrò. All. Perdicucci.
CATANIA S.PIO X: Costanzo, Oliveri (52′ D’Agostino), Sapienza, Pandolfo, Santonocito, Mazzamuto (54′ Costa D.), Caruso (65′ Garufi), Nicotra, Ranno, Criscione, Sottile. A disp: Greco, Doccula, Pistorino, Conte. All. Platania.
Marcatori: 36′ Alosi (M), 71′ Costa D. (C), 95′ rig. Venuti (M)
Arbitro: Selmi di Acireale. Assistenti: De Pasquale e Calderone di Barcellona P.G.
Note: espulso al 51′ Costa M. (M) per somma di ammonizioni. Ammoniti Messineo (M), Venuti (M), Caruso (C), Ranno (C), Criscione (C), Santonocito (C). Spettatori 200. Recuperi 0′ e 4′ + 1′

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti