Il Milazzo spreca e si fa raggiungere da una grintosa Messana a Bisconte (2-2)

Messana-MilazzoFinisce in parità il big match fra Messana e Milazzo (foto Nino Famà)

Finisce in pareggio il big-match tra Messana e Milazzo. Al Despar Stadium due tra le formazioni favorite del girone B si sono date battaglia nell’incontro valido per la prima giornata, terminato sul 2-2. Nella Messana diverse assenze, tra cui spicca Angrisani per squalifica. Out anche Pintabona, Maisano, Picciolo, Signorino e Crucitti. Nel Milazzo assente il solo Presti.

Mondello

Mondello alla battuta dal corner

Inizio non facile per i padroni di casa, che già dopo undici minuti sono costretti a sostituire Lo Presti per infortunio. Il Milazzo pressa e gestisce gran parte del possesso, mentre la Messana attende e si difende attentamente. Al 15’ però Cardia sfrutta un calcio di punizione trovando La Vecchia in area, fermato da un super intervento in uscita di Foti. Alla mezz’ora di gioco tegola in casa mamertina: Alosi, a seguito di un contrasto, è costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco per un infortunio. Poco dopo la compagine ospite trova il gol del vantaggio: sugli sviluppi di un corner Matinella si smarca sul secondo palo e calcia, servendo involontariamente Davide Leo la cui deviazione non lascia scampo ad Alleruzzo.

Nicolò Arizzi

Il difensore Nicolò Arizzi uno degli ultimi innesti della Messana

Il Milazzo ha anche l’occasione per raddoppiare pochi minuti più tardi: Recupero sfrutta un contropiede e raggiunge l’area di rigore avversaria. La sua progressione viene interrotta dall’intervento irregolare di Alleruzzo, che concede un penalty agli avversari. Sul punto di battuta si presenta Matinella, che calcia a destra trovando però la pronta risposta dell’estremo difensore classe 2002 che neutralizza la conclusione. Nella ripresa la Messana sembra averne di più e Mondello in più di un’occasione si rende pericoloso dalle parti di Foti. Il Milazzo però, nel momento più difficile, trova il gol del raddoppio con Recupero, che sfrutta un disimpegno errato della difesa peloritana battendo Alleruzzo con un pallonetto. Lo 0-2 sembra condannare definitivamente la formazione padrona di casa, che sfrutta l’occasione giusta per accorciare al 21’: Foti inventa per Casella, che da dentro l’area di rigore serve Cardia, la cui conclusione ravvicinata non lascia scampo a Foti.

Samuel Portovenero

Samuel Portovenero è stato prelevato dall’Aci Sant’Antonio

La Messana allora non smette di crederci e, dopo ripetuti attacchi, riesce ad agguantare il Milazzo a dieci minuti dalla fine grazie a Casella. L’esperto attaccante si inventa il gol di giornata, riuscendo a sfruttare magistralmente un calcio di punizione dai trenta metri e insaccando alle spalle di Scibilia. Poco dopo Rasà ha l’occasione di riportare il Milazzo in vantaggio ma, il suo tentativo di testa, si spegne di poco largo rispetto alla porta peloritana. Si conclude così un match equilibrato, ricco di emozioni e spunti interessanti tra due formazioni che si sono equivalse in campo e che probabilmente, a lungo andare, ingaggeranno un duello per la guida del girone B.

Valerio Mangano

Il centrocampista Valerio Mangano è stato prelevato dall’Acr Messina

Messana-Milazzo 2-2
Marcatori: 34’ pt Davide Leo (MI), 14’ st Recupero (MI), 21’ st Cardia (ME), 35’ st Casella (ME).
Messana (3-5-2): Alleruzzo; Iovine, Foti, Lo Presti (dal 11’ pt Cucinotta); Mondello (dal 44’ st Romeo), La Vecchia, Brancati, Cardia (dal 29’ st Gazzetta), Di Vincenzo (dal 36’ st Scimone); Velardi, Portovenero (dal 19’ st Casella). All – Michele Lucà. A disposizione: Merlino, De Luca, Arizzi, Mangano.
Milazzo (3-5-2): Foti (dal 29’ st Scibilia); Leo Salvatore, Matinella, Leo Davide; Arena (dall’11’ st Rasà), Calcagno (dal 29’ st Torre), Alosi (dal 29’ pt La Spada), D’Anna, Laquidara; Recupero, Cafarella (dal 16’ st Lembo). All – Niko Caragliano  A disposizione: Irrera, Maio, Mazzara, Sterrantino.
Note – Ammoniti: Portovenero (ME), Calcagno (MI), Leo Salvatore (MI), Arena (MI), Lembo (MI).
Arbitro: Cortale della sezione di Locri. Assistenti: Sorace e Vella della sezione di Catania.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva