Il Milazzo impone il pari a domicilio alla capolista Siracusa

Una fase del match di Coppa tra Giarre e Milazzo

Primo pareggio esterno stagionale del Milazzo che ferma sullo 0-0 la capolista Città di Siracusa al “Nicola De Simone”. Grande prova di carattere dei ragazzi rossoblù che, in inferiorità numerica dal 60′, hanno respinto con ordine e sicurezza gli attacchi dei padroni di casa. Gli aretusei hanno sin da subito impostato la partita all’attacco occupando la tre quarti di campo milazzese, cercando di trovare la via del gol e sfiorandolo in modo concreto solo in un paio di occasioni. Il Milazzo, anche quest’oggi ampiamente rimaneggiato, ha cercato di agire con azioni di rimessa e con una di esse ha creato una grossa opportunità centrando la traversa nel finale della prima frazione di gioco. La ripresa è stata noiosa, priva di emozioni nonostante l’espulsione di Salmeri che ha costretto il Milazzo a giocare in dieci uomini per oltre mezz’ora. Ma nonostante ciò, la retroguardia si è dimostrata impeccabile, frenando sul nascere le incursioni degli uomini di Mister Anastasi e senza mai rischiare la capitolazione.

Un undici titolare del Milazzo

Un undici titolare del Milazzo

Ben 1500 spettatori in un “De Simone” imbandito a festa per la “Giornata Azzurra”. Il Città di Siracusa sfiora la segnatura al 6′ con Fichera che sugli sviluppi di un corner di Liistro calcia di prima intenzione, palla alta di poco. Stessa sorte per una fiondata di Santamaria al 14′. Al 24′ Mascara dalla distanza, Di Dio blocca. Il Milazzo è accorto, attende gli avversari per poi provare a ripartire. Al 28′ colossale occasione per gli aretusei: spunto di Grasso sulla destra, il centrocampista azzurro arriva sul fondo e mette la palla in mezzo, Di Dio respinge sui piedi di Fichera che calcia a botta sicura da 6-7 metri ma uno straordinario Parisi si immola salvando sulla linea. I rossoblù cominciano pian piano a venire fuori ed al 40′ producono una grossa chance con Costa che, servito ottimamente da Mento in verticale, calcia con un forte diagonale da meno di dieci metri, la sfera si infrange sulla traversa. Allo scadere colpo di testa dello smarcato Petrullo su azione d’angolo, Di Dio blocca in due tempi.

Il portiere Di Dio

Il portiere Di Dio

La ripresa offre ben poco, una parvenza del nulla. Al 60′ il Milazzo rimane in dieci per l’espulsione di Salmeri che colleziona due ammonizioni nel giro di novanta secondi per altrettanti interventi fallosi su D’Agosta. Troppo fiscale il direttore di gara, il signor Fiero di Pistoia, che non esita ad applicare alla lettera il regolamento nei confronti del giovane esterno mamertino. Gli aretusei cercano di sfruttare l’uomo in più alzando notevolmente il baricentro, mentre Perdicucci si cautela inserendo un altro difensore, Andrea Russo, in luogo di Mento.  Mascara è il motore degli sterili attacchi della compagine di casa, andando a prendersi la sfera nella propria tre quarti, l’ex Catania e Napoli sfodera una serie di lanci con il goniometro ma la sostanza non è sufficiente. Il Città di Siracusa prova l’assedio ma il fortino rossoblù regge sorretto dai baluardi Dall’Oglio e Parisi, cui si aggiunge anche Laquidara, autore di una prova di spessore. Al 73′ spunto di Grasso, cross basso, Di Dio blocca a terra. L’ultimo tentativo è di Mascara che si libera di un avversario e da 25 metri scarica un destro che Di Dio blocca accartocciandosi alla sua destra.

Venuti in azione

Venuti in azione

Il Milazzo guadagna così un ottimo punto che permette alla formazione mamertina di mantenere il distacco di cinque punti dalla capolista e di rinsaldare la terza piazza. Una prestazione che fornisce un’iniezione di fiducia ai ragazzi rossoblù che domenica prossima, in occasione della gara casalinga con il Catania S.Pio X, recupereranno qualche pezzo importante per ricercare quella vittoria perduta che manca da quattro partite.

CITTA’ DI SIRACUSA – MILAZZO 0-0
CITTA’ DI SIRACUSA: Vitale V., Liistro, Santamaria, Santanna, Orefice, Pettinato, Mascara, Grasso, Fichera (49′ Strano), D’Agosta (80′ Conti), Petrullo (66′ Scarano). A disp: Pandolfo, Zappalà, Arena, Carpinteri. All. Anastasi:
MILAZZO: Di Dio, Salmeri, Laquidara, Ciccone (35′ Vitale D.), Dall’Oglio, Parisi, Costa, Alosi, Mento (62′ Russo), D’Anna, Venuti. A disp: Sanfilippo, Gualdi, Impalà, Isgrò, Rotuletti. All. Perdicucci.
Arbitro: Fiero di Pistoia. Assistenti: Macca di Ragusa e Palla di Catania.
Note: Espulso al 60′ Salmeri (M) per doppia ammonizione. Ammoniti Laquidara (M), Santanna (CDS), Grasso (CDS), Costa (M) Alosi (M). Spettatori 1500 circa, recuperi 1′ e 3′

 

Commenta su Facebook

commenti