Il Messina in sopralluogo alla Cittadella. Nove gli elementi già sotto contratto

CUS UnimeIl campo della Cittadella Universitaria dell'Annunziata

Riunione operativa per l’ACR Messina nei locali della Cittadella Sportiva Universitaria dell’Annunziata. Presenti al sopralluogo il dirigente Lello Manfredi e i vertici del Cus Unime, che concederà la struttura alla società di Pietro Sciotto per le due settimane di ritiro precampionato, ormai alle porte.

Federico Meo

Il portiere Federico Meo (foto Nino La Macchia)

Secondo indiscrezioni, l’ex responsabile dell’area tecnica dell’Igea Virtus Salvatore Grasso Alessandro Parisi, che dopo la carriera di calciatore è pronto ad avviare quella da dirigente, lavorano già alla composizione del nuovo organico. Logico attendersi svariate novità nel weekend. Lo staff tecnico guidato da Peppe Raffaele, che sarà affiancato dal vice Francesco Trimarchi, dal preparatore dei portieri Vincenzo Pirelli e dal preparatore atletico Basilio Arasi, intanto erediterà ben otto under dalla vecchia gestione, più un over, il portiere Armando Prisco.

Messina

Agostino Mascari in azione (foto Giovanni Chillemi)

In rosa ci sono già altri due estremi difensori: Carmelo Di Marzo (2001) e Federico Meo (2000), reduce da una grande annata d’esordio in serie D. Tutti juniores gli altri elementi ancora vincolati all’ACR: si tratta del difensore Francesco Barbera (2001), del centrocampista Fabio Bossa (’98) e degli attaccanti Biagio Carini (’99), Santi Mancuso (2001) e Agostino Mascari (’99), elementi che avevano già orbitato in prima squadra con Modica, con l’ex Due Torri assoluto protagonista come testimonia la doppia cifra raggiunta alla voce reti realizzate. A questi si aggiunge una new entry, Nico Romeo, mediano, classe 2001. La loro promozione in pianta stabile sarà ovviamente avallata o meno dal nuovo staff tecnico.

Rispetto al campionato 2017/2018, si sono svincolati in quattordici: tutti gli over più gli under Bucca e Rinaldi, in prova alla Sambenedettese. Cozzolino era in prestito dall’Avellino, mentre Iudicelli e Stranges erano arrivati a titolo temporaneo dal Cosenza. Restano da definire le posizioni di Lia e Balsamà. Con diciannove partenti, si profila un’autentica rivoluzione.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti