Il Mam Santa Teresa torna dalla trasferta calabrese con qualche certezza in più

Alla fine della due giorni in terra calabrese il Mam Santa Teresa dimostra di poter stare alla grande nello scenario del prossimo torneo di terza serie nazionale il cui start è previsto tra quindici giorni. Nella finale di consolazione del “Memorial Michelino De Pace” le giocatrici messinesi hanno perso al fotofinish al termine di un tiratissimo tie-break dopo aver avuto per quattro volte la palla del match. Una sconfitta per 3 a 2 contro una delle squadre più competitive ed organizzate della cadetteria, quel Sigel Marsala che sino a qualche anno fa respirava aria di serie A.

Silvia Bilardi

Silvia Bilardi

Buone le indicazioni per lo staff tecnico capitanato da Agata Licciardello. Nonostante l’assenza del forte opposto Sara Ruberti la squadra ha tenuto testa alla Golem Palmi appena promossa in A2 ed ha sfiorato la vittoria nel derby siculo con la Sigel. Nella gara contro Marsala, in fase iniziale ha giocato la stessa formazione del giorno primo prima con MazzullaFerro di banda, Saporito opposto, CompostoRotondo dal centro, Agostinetto in regia e Pietrangeli libero. Nel corso del primo set è subentrata Silvia Bilardi ed è rimasta in campo sino alla fine offrendo una buona prestazione e realizzando 13 punti. Inizio poco scoppiettante per Mazzulla e compagne che cedevano il primo parziale sul 20-25. Secondo set per il riscatto ed il 26-24 per il momentaneo uno pari. Il terzo set vedeva Santa Teresa sempre avanti e quando sembrava avviarsi alla chiusura in tranquillità un black-out peloritano rimetteva in gioco le trapanesi che si portavano avanti 2-1 con il punteggio di 23-25. Il quarto tempo era quello della riscossa e della determinazione con un netto 25-13 che non lasciava spazio a nessun tipo di recriminazione. Si andava al quinto e decisivo set. Avanti la Sigel al cambio cambio campo, poi recupero rossoblu sino al 14-13. Un banale errore al servizio annullava il primo match ball, a cui ne seguivano altri tre infruttuosi. Spietato invece Marsala che al secondo tentativo portava a casa la vittoria ed il terzo posto nel torneo.

Verdiana Saporito

Verdiana Saporito (Santa Teresa Volley)

Top scorer Fabiola Ferro con 24 punti, poi Mazzulla 14, Bilardi 13, Composto 10, Saporito 9, Agostinetto 4, Rotondo 3. Da urlo  in difesa Federica Pietrangeli. A bocce ferme il vero primo test-match di festa fase pre-stagionale consegna allo staff tecnico santateresino una squadra con molti margini di miglioramento. E’ evidente che il team jonico deve amalgamarsi ma le individualità presenti nell’organico la potranno rendere una matricola “terribile”. Considerando il ritardo di preparazione e l’assenza della Ruberti non si può che migliorare per un gruppo che al  momento sembra scaricare sul parquet circa il cinquanta per cento del proprio potenziale tecnico.

Agata Licciardello

Agata Licciardello

Al ritorno dalla trasferta queste le riflessioni di Agata Licciardello: “E’ stato un test severo dove la squadra ha risposto bene al di là del risultato finale che in questa fase della stagione è relativo. Nella prima giornata giocando contro una squadra di categoria superiore siamo state fluide mentre nella finalina il peso di confrontarci contro una squadra del nostro stesso campionato ci ha portato ad essere più contratte e solo a sprazzi abbiamo espresso la nostra idea di gioco. Ho visto bene il Marsala – conclude il trainer catanese – che ha giocato da squadra ma noi ci siamo e ci saremo sempre di più. Verdiana Saporito ha sostituito Sara Ruberti con tanta personalità, bene anche Silvia Bilardi a farsi trovare sempre pronta. Queste sono le risposte che mi piacciono”.

Commenta su Facebook

commenti