Il Cus Unime si arrende alla distanza in casa del Telimar  

La grinta dei giocatori del CUS Unime

Il Telimar si è aggiudicato, davanti al suo caloroso pubblico, l’atteso derby siciliano contro il Cus Unime del campionato di serie A2 di pallanuoto maschile. Tre punti importanti per la classifica, utili ai palermitani per riconquistare la quarta posizione a discapito proprio del Cus Unime, adesso lontano 2 lunghezze dalla zona playoff e scavalcato anche dalla Roma Vis Nova (vittoriosa a sorpresa in casa del Pescara).

Il forte Klikovac (Cus Unime)

L’andamento della partita è stato a corrente alternata fino all’allungo decisivo dei padroni di casa, che si mostrano più efficaci dei rivali in avvio, andando subito a segno con Di Patti e Galioto. La determinata reazione ospite nel secondo parziale produce il sorpasso (2-3) grazie ai gol di Ambrosini, Klikovac e Sacco. Dopo l’intervallo lungo, ancora Klikovac e Steardo rispondono alle reti iniziali di Saric e Galioto.

Gara palpitante e spettacolare, in questa fase, con continui capovolgimenti di fronte e tante emozioni. Il mancino Cusmano finalizza una superiorità e mantiene i peloritani avanti per 5-6. Poi Lo Dico e compagni si scatenano, andando sette volte a bersaglio con: Migliaccio, autore di un poker di realizzazioni, Saric, Giliberti e Lo Cascio. Inutili risultano, quindi, i centri, dei cussini Sacco e Klikovac.

TELIMAR PALERMO-CUS UNIME 12-9

TELIMAR PALERMO: Lamoglia, Tuscano, Galioto 2, Di Patti 1, Occhione, Lo Dico, Giliberti 1, Saric 2, Lo Cascio 2, Tabbiani, Fabiano, Migliaccio 4, Sansone. All. Quartuccio.

CUS UNIME: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo 1, Provenzale, Condemi, Cusmano 1, Giacoppo, Ambrosini 1, Sacco 3, Klikovac 3, Parisi, Spizzica. All. Naccari.

ARBITRI: Alfi e Ferrari.

PARZIALI: 2-0; 0-3; 4-3; 6-3.

 

Commenta su Facebook

commenti