Il Cus Unime prepara la partita casalinga contro l’Acquachiara

La grinta dei giocatori del CUS Unime

Dopo la pausa, utile a recuperare le energie psico-fisiche, torna l’appuntamento di serie A2 per il Cus Unime, che sabato si ritufferà nelle acque della Cittadella Sportiva Universitaria per affrontare l’Acquachiara. Un esame sicuramente non semplice per la compagine peloritana contro un avversario galvanizzato dall’exploit casalingo dell’ultimo turno contro i palermitani del Telimar (10-9 il finale in favore dei partenopei).

Luca Sacco in azione (Cus Unime)

Risultato importante che, in virtù delle concomitanti vittorie delle altre big, ha ridisegnato la parte alta della classifica. Guida il girone sempre in solitaria la Rari Nantes Salerno, seguita a quota 34 dal Latina, un punto dietro troviamo il Pescara, mentre il Telimar chiude la griglia delle prime quattro a 32.

Fermo a 30 punti, che valgono l’attuale quinta posizione in graduatoria generale, il Cus Unime, tallonato a due sole lunghezze di distanza dalla Roma Vis Nova, vincitrice nel derby romano di metà classifica con la Roma 2007 Arvalia.

Già dal prossimo turno interno, dunque, l’obiettivo dei cussini è quello di riagganciare il quarto posto, tentando si sfruttare anche alcuni incroci che potrebbero agevolare il compito ai messinesi. Fari puntati in particolare modo sugli incontri tra Telimar Palermo e Pescara e Latina e Rari Nantes Salerno.

Due partite da tenere sott’occhio per il Cus Unime, che dovrà dare il massimo per centrare il successo, come sottolinea il tecnico gialloblu Sergio Naccari: “Ci aspetta un incontro molto complicato, ma l’obiettivo è quello di assicurarci i tre punti, con un’attenzione particolare anche agli altri match che potrebbero premiare i nostri sforzi. Sappiamo che la quarta piazza è alla nostra portata e di conseguenza dobbiamo concentrarci su tutte le gare che verranno, facendoci trovare sempre pronti”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti