Il Cus Messina si arrende alla quotata Nuoto Catania

Cus UnimeIl Cus Unime in vasca

Il Cus Unime ci ha provato nel derby di serie A2 di pallanuoto perso (7-12) contro la Nuoto Catania. Nella piscina della Cittadella Sportiva Universitaria, la squadra etnea si è confermata, però, solida e con le carte in regola per ambire al salto di categoria. I gialloblu, nonostante abbiano tentato di non far scappare gli avversari, sono stati puniti ad ogni piccolo calo di concentrazione.

Vittorioso in azione

Antonio Vittorioso in azione

Partenza di marca ospite con la rete siglata, dopo appena un minuto, da Ferlito, al quale risponde poco dopo Eskert in superiorità. Privitera porta in vantaggio i suoi, ma Eskert trova di nuovo il pari per il Cus. A cavallo tra primo e secondo parziale, la Nuoto Catania piazza un break di 3-0 che scava un piccolo solco tra le compagini; a bersaglio Privitera, Ferlito e Torrisi. Tocca a Vittorioso su rigore scuotere i compagni e portare lo svantaggio a due sole lunghezze al cambio di vasca (3-5).

Il nuovo allungo catanese arriva in avvio di terzo tempo con Catania che realizza con l’uomo in più, seguito dai Russo e Kacar per il +5. Il sette “universitario” si risveglia nella parte conclusiva e rientra in partita grazie ai gol in successione di Vittorioso e Geloso (5-8). Ancora una volta Vittorioso segna la sesta rete, ma il centro di Russo apre la strada ai successivi gol di Privitera e Kacar, che spengono definitivamente le possibilità di rimonta della formazione di casa.

Cus Unime – Nuoto Catania: 7-12  (2-3, 1-2, 2-3, 2-4)

Cus Unime: Spampinato, D’Angelo, Eskert 2, Runza, Giacoppo, Geloso 1, Cusmano, Vittorioso 4, Andrè, Paratore, Di Caro, Lagonigro, Spizzica.

Nuoto Catania: Castorina, Generini, Ferlito 2, Polifemo, Scollo, Cristallo, Torrisi 1, Scebba, Kacar 3, Privitera 3, Russo 2, Catania 1, Buccieri.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva