Il Città di S. Agata fa la voce grossa a Rosolini. 5-2 con Mincica, Matera e Isgrò mattatori

S. AgataS. Agata in azione

Se qualcuno pensava che dopo il passo falso casalingo di domenica scorsa contro il Città di Messina, il S.Agata fosse pronto ad alzare bandiera bianca, è costretto a ricredersi. Il S.Agata c’è, è più vivo che mai, e oggi lancia un segnale eloquente a tutte le contendenti al successo finale. Insomma tanto per intenderci, quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Per continuare a sognare in grande bisognava ottenere il risultato pieno in terra aretusea. Il S.Agata non solo è tornato con i tre punti, ma ha sciorinato una prestazione superlativa, sopra le righe, contro una squadra che se da un lato è vero che non vince da diverse settimane, dall’altro è altrettanto vero che per buona parte del girone di andata è stata nei quartieri altissimi della classifica. La squadra di Santino Bellinvia, conclude bene questo girone di andata, a -4 dalla vetta detenuta dal Città di Messina. Di motivi per essere felici a parte il risultato in casa biancoazzurra c’è ne sono, dalla grandissima prestazione di Antonio Isgrò mvp del match con due assist e un gol, alla bella personalità con la quale gli juniores Scurria e Scaffidi, hanno interpretato la partita, per finire con l’esordio di Tricamo, giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni.

Certo c’è ancora parecchio da lavorare in vista di un girone di ritorno che si preannuncia parecchio difficile, ma per la serie meglio pensare ad una gara per volta, da questa sera, il primo pensiero diventa il Paternò, che Bontempo e compagni affronteranno mercoledì al Micale nella semifinale d’andata di Coppa Italia. Passando alla cronaca, parte subito bene il S.Agata, che già al 5’ sblocca il risultato. Isgrò premia la sovrapposizione di Scaffidi che dal fondo mette un bel pallone che viene deviato da un difensore di casa, irrompe Calafiore che di prima intenzione non perdona. Nonostante il vantaggio è la squadra di Bellinvia che continua a fare la partita e al 20’, arriva il raddoppio. Lupo ruba palla a metà campo e lancia sulla corsa Cicirello, la sua conclusione viene respinta dal portiere, il pallone arriva nella zona di Mincica che con il più facile dei tap in fissa il punteggio sullo 0-2. E’ un S.Agata bello che piace, che mette in mostra una manovra briosa e al 28’ tutti in piedi ad applaudire la straordinaria marcatura di Isgrò, che dopo aver ricevuto palla si accentra e lascia partire un perfetto tiro che si insacca sul primo palo. Chapeau.

Mister Bellinvia invoca un fischio

Nella ripresa al 55’ i biancoazzurri archiviano virtualmente il match, grazie al 2’ gol personale di Mincica che capitalizza al meglio l’ennesima azione capolavoro di Isgrò. A questo punto i padroni di casa, hanno un sussulto d’orgoglio e su un’indecisione difensiva accorciano con Implatani. In casa biancoazzurra c’è gloria anche per Matera che subentrato a Cicirello mette in rete un suggerimento neppure a dirlo di Antonio Isgrò. Poco dopo a fissare il punteggio finale sul 2-5, è Melluzzo.  A fine gara, raggiante il presidente Paratore: ”Per il nostro cammino futuro, quella odierna era una gara decisiva. Devo complimentarmi con i ragazzi per come l’hanno svolta e soprattutto per l’approccio che hanno avuto. Questa volta a differenza di domenica scorsa, siamo stati freddi e cinici in zona gol, abbiamo incanalato la partita subito sui giusti binari e poi l’abbiamo gestita bene, anche se credo ci sia ancora qualcosa da migliorare. Era importante vincere e lo abbiamo fatto, adesso testa al Paternò”.

Rosolini-S. Agata 2-5
Città di Rosolini: Fomoni, Brancato, Rizza (55’ Di Dio), Monaco, Ulma, Reginato (46 ’Paternò) (90’+2 Covato), Sammito, Valerio, Implatani (77’ Errante), Ricca, Melluzzo. All. Natale Serafino
Città di S.Agata: Scurria, Russo, Bontempo (90’+2 Franchina), Privitera, Scaffidi, Zingales (63’ Tricamo), Lupo, Calafiore (90’ Fogliani), Cicirello (73’ Matera), Mincica (87’ Pino), Isgrò. All. Santino Bellinvia
Arbitro: Francesco Fabello (Trento). Assistenti: Manfredi Scribani (Agrigento) e Calogero Gallea (Agrigento)
Marcatori: 11’ Calafiore, 20’ Mincica, 25’ Isgrò, 51’ Mincica, 56’ Implatani, 74’ Matera, 78’ Melluzzo
Note: Espulso: Di Dio. Ammoniti: Brancato, Ulma, Implatani, Russo, Privitera, Lupo, Cicirello, Matera

Commenta su Facebook

commenti