Il Città di Messina supera la Cittanovese (1-0). Bonamonte firma il terzo successo

BonamonteBonamonte celebra il gol partita (foto Menolascina)

Dopo Rotonda e Città di Messina, i peloritani battono anche i calabresi e si avvicinano alla zona permanenza. La truppa di Furnari ha conquistato dieci punti nelle ultime sei uscite, aumentando il vantaggio sull’ultima posizione occupata in coabitazione da Rotonda e Igea Virtus. 

Il “Franco Scoglio” ospita per il 12° turno del torneo di serie D il Città di Messina che, alla luce della mancata deroga per l’utilizzo del “Marullo”, gioca ancora nell’impianto di San Filippo. Dopo lo stop di Marsala gli uomini di mister Furnari sfidano la Cittanovese, una compagine sconfitta tre volte nelle ultime quattro giornate che spesso però si esalta lontano da casa come dimostrano i successi di Locri e Barcellona ma è reduce da due ko interni consecutivi. Quattordici i punti in classifica per gli ospiti a fronte dei nove dei peloritani che hanno superato nell’ultima casalinga i “cugini” dell’Acr Messina. Cardia e compagni proveranno a ridurre il gap in una sfida non semplice. Assenti Bombara e Feullassier per infortuni.

Cittanovese

La Cittanovese in proiezione offensiva (foto Menolascina)

La cronaca. Terreno pesante per l’abbondante pioggia, il Città con un completo interamente rosso si dispone con un 3-4-1-2 con Cangemi dietro le due punte Di Vincenzo e Galesio mentre la Cittanovese risponde con un 3-4-3 camaleontico con gli esterni Barilaro e Napolitano pronti a coprire tutta la fascia in azione di non possesso. Il primo pericolo arriva al 12′ con un’incursione di Genovesi che serve Napolitano che strozza però troppo il tiro che finisce fuori dalla porta difesa da Paterniti. Lunga fase di possesso a centrocampo, il fondo non permette un controllo facile della sfera ma al 15′ il Città è pericolossissimo sull’asse Di Vincenzo-Galesio, l’argentino tira in modo sporco dal limite e sfiora il palo della porta di Cassalia. Ammonito per un intervento deciso il difensore reggino Alfano al 19′. Dopo una fase di stanca incursione pericolosa per i bianco blu di Zito con Napolitano che semina il panico in area avversaria e conquista un calcio d’angolo. Al 35′ bel traversone dal fondo di Fragapane che trova Galesio che però calcia nuovamente sporco e la difesa libera il pericolo. Al 38′ difesa del Città di Messina sorpresa dal cross di prima intenzione di Sapone che trova Postorino che a sua volta trova pronto all’appuntamento l’ex Messina Barilaro che però tira alto. Dopo un minuto di recupero finisce senza reti un primo tempo con poche annotazioni di cronaca.

Città di Messina

L’undici titolare del Città di Messina (foto Menolascina)

Nel secondo tempo padroni di casa subito in avanti, annullato al 4′ il vantaggio del Città di Messina col traversone di Fragapane e l’attaccante Galesio che riesce ad anticipare il portiere ospite Cassalia, il suo colpo di testa finisce sul palo ma il difensore Cucinotti realizza il più classico degli autogol trascinandosi la palla in rete. L’argentino festeggia ma è tutto fermo con l’arbitro Calzavara che annulla per un presunto fallo sull’estremo difensore reggino. Al 21′ nuovo pericolo offerto dal Città di Messina con Cardia che porta palla fino al limite, tira con poca forza ma la palla contratta arriva a Codagnone che si gira di forza ed impegna severamente Cassalia con la difesa della Cittanovese che libera non senza affanni in calcio d’angolo. La gara si sblocca inaspettatamente al 35′. L’azione parte da un pallone recuperato di Berra che consegna la sfera a Cardia: perfetto il suo cross che taglia tutta l’area avversaria. Sulla corsa irrompe l’appena entrato Bonamonte che al volo batte Cassalia per il suo primo gol stagionale, di importanza fondamentale. Lo stesso attaccante peloritano viene ammonito dopo l’esultanza. La Cittanovese prova a riportare il baricentro in avanti ma il Città controlla bene. Cinque i minuti di recupero e al 48′ locali vicini al raddoppio ancora con Bonamonte, che conquista palla e lancia in attacco Codagnone, che porta la sfera dentro l’area e tira ma Cassalia para. E’ l’ultima azione degna di nota, il Città di Messina vince di stretta misura una gara fondamentale per la rincorsa salvezza e può preparare con maggiore tranquillità la trasferta di Acireale. Il terzo successo nelle ultime uscite avvicina sensibilmente i peloritani alla pancia della graduatoria.

Galesio

Galesio in proiezione offensiva (foto Menolascina)

Città di Messina-Cittanovese 1-0
Marcatori: 35’st Bonamonte
Città di Messina: Paterniti, Fofana, Cannino, Bellopede, Berra, Fragapane, Cangemi (30′ st Bonamonte), Calcagno (16′ st Codagnone), Galesio, Cardia, Di Vincenzo (16′ st Di Vincenzo). A disp.: Amella, Grasso, Crucitti, Ferraù, Quintoni, Nicosia, Bonamonte, Princi, Codagnone All.: Furnari
Cittanovese: Cassalia, Scopetta (6′ st Tomas), Paviglianiti, Cucinotti, Alfano, Gioia (13′ st Abayian), Barilaro, Sapone, Postorino (36′ st Fioretti), Napolitano (24′ st Cataldi), Genovesi (13′ st Touray). A disp.: Foti, Ansalone, Fioretti, Cataldi, Novembre, D’Agostino. All.: Zito
Arbitro: Calzavara di Varese. Assistente: Marrazzo e Barcella di Bergamo.
Note – Ammoniti: Alfano (C), Cannino (CdM), Cangemi (CdM), Bonamonte (CdM), Abayian (C). Recupero: 1′ pt e 5′ st

Commenta su Facebook

commenti