Il Città di Messina spreca una ghiotta chance e non va oltre lo 0-0 a Noto

DSC_6464I peloritani pareggiano 0-0 al “Palatucci” ma hanno tanti motivi per mordersi le mani. Dopo un primo tempo equilibrato ed avaro di emozioni, nella ripresa la squadra di Panarello fallisce un rigore  con Camarda al 15′ e successivamente non riesce ad approfittare della superiorità numerica generata dalle espulsioni di Kone al 19′ e di Pasqualicchio al 33′. In classifica piccolo passo in avanti, domenica sfida interna con il Comprensorio Montalto. 

Secondo risultato utile consecutivo ottenuto in trasferta per il Città di Messina, che pareggia 0-0 a Noto ma torna a casa con un grosso carico di amarezza. Nonostante il punto conquistato su un campo difficile e contro un ottimo avversario, la formazione di Panarello non può sorridere a causa di una vittoria sfumata dopo aver sbagliato un calcio di rigore e aver giocato in superiorità numerica per buona parte del secondo tempo. Nella prima frazione di gioco poche palle-gol e gara tutt’altro che spettacolare. Ben più movimentata la ripresa: al 15′ la conclusione dal dischetto del capitano Camarda si infrange sull’incrocio dei pali. Poco dopo espulso Kone per una scorrettezza commessa ai danni di Manfrè; al 33′ i padroni di casa restano in nove (doppio giallo per Pasqualicchio) ma il Città di Messina non ne approfitta e, nonostante qualche buona occasione, non va oltre il pari. Tra le note positive c’è l’aver mantenuto la porta inviolata per la prima volta in questo campionato. In classifica Cammaroto e compagni toccano quota 23 e restano a pari punti con Vibonese e Due Torri. Domenica al “Celeste” arriva il Comprensorio Montalto.

La Cronaca –Panarello conferma per dieci undicesimi la formazione che ha vinto a Capo d’Orlando nell’ultima gara disputata: unica novità rappresentata dal rientro di Parachì tra i titolari. Dunque 4-3-3 con Fazzino tra i pali, Brancato, Cammaroto, Frassica e Cappello in difesa, Munafò, Camarda e Seck a centrocampo, Vella, Manfrè e Parachì in attacco.

Nella prima parte della gara più intraprendente il Noto: i padroni di casa spingono con una certa continuità ma non vanno oltre un destro da fuori di Contino bloccato agevolmente da Fazzino al 2′. Il Città di Messina fatica in avvio ma esce alla distanza e nella seconda metà della prima frazione si avvicina più volte dalle parti del portiere Ferla. Il primo a provarci è Vella su punizione, ma il suo sinistro da posizione defilata al 26′ termina a lato dopo una serie di deviazioni. Un minuto più tardi ci prova Cappello, il suo tiro dalla lunga distanza termina a lato. Stessa sorte per i tentativi di Manfrè al 31′ e di Munafò al 32′. L’occasione più pericolosa del primo tempo gli ospiti la costruiscono al 41′: lancio di Seck, Vella ruba il tempo in area a Montalto e prova a battere Ferla con un tocco ravvicinato, ma il portiere avversario esce con buon tempismo e riesce a sventare il pericolo. Prima dell’intervallo nuova conclusione da fuori: in questa occasione Camarda centra il bersaglio ma Ferla blocca a terra con sicurezza. Si va al riposo sullo 0-0.

Anche la ripresa si apre con il Noto in avanti. La squadra guidata da Betta si fa viva già al 3′ con il tiro-cross da destra di De Souza che attraversa l’area e termina fuori non di molto. Lo stesso De Souza ci riprova al 7′, dopo un batti e ribatti in area ospite, con tiro potente che Cammaroto ribatte sulla linea anticipando anche il proprio portiere Fazzino. All’8′ è debole il destro di Manfrellotti da posizione favorevole e il numero uno ospite blocca il pallone senza affanni. All’11′ Vella prova ad involarsi verso la porta avversaria ma viene fermato da Oliveri nei pressi dell’area di rigore. Al 14′ calcio di rigore per il Città di Messina: l’arbitro indica il dischetto ravvisando un tocco di mano di Montalto dopo un contrasto in area con Seck. Sul pallone va Camarda, ma il destro del capitano si infrange sulla traversa, a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Al 19′ i padroni di casa restano in dieci: Kone e Manfrè restano a terra dopo un contrasto di gioco e si ostacolano a vicenda, l’arbitro ravvisa un colpo proibito del centrocampista di casa e lo espelle. Il Città di Messina prova ad approfittare della superiorità numerica già al 21′ con Manfrè che, lanciato da Vella, sfugge alla difesa avversaria ma viene anticipato al limite dell’area dalla tempestiva uscita di Ferla. Il portiere del Noto è protagonista anche al 28′, quando si distende bene per respingere la punizione dal limite calciata da Vella. Al 33′ padroni di casa in nove uomini: Pasqualicchio commette un duro fallo su Manfrè e rimedia il secondo giallo in cinque minuti. Pochi secondi più tardi Panarello effettua il suo primo cambio, mandando in campo Bonamonte per Seck. Al 36′ azione personale di Cappello, che parte da sinistra, va via agli avversari, entra in area e viene fermato dall’uscita di Ferla al momento della battuta. Al 39′ Trovato rimpiazza Frassica. Poco dopo prova a farsi vedere anche il Noto: Mandarano trova la porta su punizione ma il suo tiro è centrale e Fazzino può fare suo il pallone. Al 41′ Parachì viene rimpiazzato dall’attaccante classe ’95 Alberto Calogero, capocannoniere della formazione Juniores, al debutto assoluto in Serie D. Al 43′ proprio Calogero raccoglie in area un lancio di Camarda e di testa fa da sponda per Bonamonte, il tiro al volo del centrocampista termina alto. In pieno recupero, al 48′, l’ultima occasione per gli ospiti: angolo di Camarda, colpo di testa di Cappello e palla ad un soffio dal palo. La gara termina così senza reti. Il Città di Messina può rammaricarsi per non essere riuscito a strappare una vittoria che sarebbe stata preziosissima, ma al contempo trova un punto su un campo difficile, centra il secondo risultato utile consecutivo in trasferta e per la prima volta in questo campionato chiude una gara senza gol al passivo. In classifica la formazione di Panarello resta in zona play-out con 23 punti, ancora in compagnia di Vibonese e Due Torri, che hanno pareggiato 1-1 nel confronto diretto. Guadagnato, invece, un punto sulla zona salvezza, distante ora cinque punti. Domenica prossima gara interna contro il Comprensorio Montalto.

DSC_6551Il Tabellino – Stadio “Giovanni Palatucci” di Noto (SR)
Noto – Città di Messina 0-0
Noto: Ferla, Cassese, Pasqualicchio, Kone, Montalto, Oliveri (18′ st Scapellato), Ciccone, Corsino, Manfrellotti (18′ st Sgambato), De Souza (11′ st Mandarano), D’Angelo . In panchina: Scaffia, Sako, Intelisano, Esposito, Gennarini, Germano. Allenatore: Giancarlo Betta.
Città di Messina: Fazzino, Brancato, Cappello, Seck (34′ st Bonamonte), Cammaroto, Frassica (39′ st Trovato), Vella, Munafò, Manfrè, Camarda, Parachì (41′ st Calogero). In panchina: Mannino, Nicolò, Cucè, Fragapane, Costa, Puzone. Allenatore: Antonino Panarello.
Arbitro: Simone Sozza della sezione di Seregno.
Assistenti: Alfio Conti e Alfonso Saieva della sezione di Agrigento.
Ammoniti: 14′ pt Kone (N), 36′ pt Camarda (CdM), 40′ st Corsino (N), 19′ st Manfrè (CdM), 28′ st Pasqualicchio (N).
Espulsi: 19′ st Kone (N), 33′ st Pasqualicchio (N) per doppia ammonizione.
Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Commenta su Facebook

commenti