Il Basket Barcellona ufficializza la rinuncia al campionato di serie B

Basket BarcellonaBarcellona è in finale playoff - foto Caracciolo

La società che negli ultimi tredici anni ha portato in alto il vessillo del basket a Barcellona ha comunicato l’epilogo ufficiale della propria gestione coinciso con la rinuncia al campionato di serie B. Questa mossa invocata da parte della Cestistica Barcellona rappresenterà l’accelerazione decisiva alla trattativa finalizzata al reperimento del titolo di serie B del neonato sodalizio?

Il Basket Barcellona ha comunicato di avere inviato a Fip e Legapallacanestro la rinuncia alla partecipazione al prossimo campionato di Serie B, così come previsto dall’articolo 12 del Regolamento Esecutivo Fip. Doveroso rendere noto che la formalizzazione della rinuncia è stata effettuata soltanto nella giornata odierna in quanto la Società ha atteso che vi fosse la certezza della positiva apertura della trattativa di un titolo di Serie B per la costituenda Nuova Cestistica Barcellona che, come comunicato dalla stessa in mattinata, sta conducendo un valido discorso con la società Bernareggio

Basket Barcellona

Basket Barcellona

Si legge nel comunicato di commiato che: “Augurando agli sportivi barcellonesi di poter vivere ancora tante gioie attraverso la pallacanestro, si è ritenuto dover lasciare spazio ai progetti ambiziosi del Costituendo sodalizio, senza intralciarne le idee e la realizzazione delle stesse.
Un sentito e doveroso ringraziamento va agli sponsor che hanno accompagnato la nostra avventura per più di un decennio, ai tifosi che non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno e a tutta quella fetta di sportivi che hanno onorato i nostri colori. Gli stessi che per tredici anni hanno rappresentato il nome della città di Barcellona Pozzo di Gotto. A tal proposito giova ricordare che “se in questi tredici anni” non ci fossero stati i colori giallorossi, della Barcellona dei canestri probabilmente nessuno avrebbe parlato. E questa è storia, nonostante qualcuno provi quotidianamente a infangarne la memoria”.

Commenta su Facebook

commenti