Igea, Raffaele: “Peccato per l’infortunio di Aveni. Vorrei maggiore entusiasmo dalla piazza”

Peppe RaffaelePeppe Raffaele celebra un successo

L’Igea Virtus risolve la pratica Palazzolo già nel primo tempo con i gol di Aveni e Dall’Oglio su rigore. Una gara dominata dai barcellonesi che hanno sprecato anche tante occasioni per arrotondare il punteggio. Il tecnico Peppe Raffaele ha analizzato così la prova dei suoi: “Sono contento di quello che ho visto e per il risultato, ma rimane un po’ di rammarico perché gli attaccanti potevano fare gol e sbloccarsi come Merkaj che rientrava dall’infortunio. Mi spiace, inoltre, dover valutare le condizioni di Aveni, proprio adesso che sembrava recuperato. Per noi è un giocatore molto importante, sa saltare l’uomo e creare la superiorità. In questo momento il suo infortunio è una situazione negativa. Fabio viene da tre anni in cui non giocava, aveva fatto la preparazione e gli avevamo dato il giusto minutaggio. Ora vedremo quale sarà il responso, sperando non sia nulla di grave”.

L’allenatore igeano Peppe Raffaele (foto Chillemi)

“Dopo 15 partite di campionato – commenta Raffaele – dobbiamo valutare molto positivamente questo scorcio di torneo, sia per chi ha fatto la squadra, che per chi la allena ed i giocatori che sono i protagonisti. Credo che anche quando abbiamo perso contro Acireale e Troina, ma anche contro la Vibonese, abbiamo fatto grandi partite. Quella meno brillante è stata contro il Messina. Ora mi piacerebbe chiudere il girone d’andata oltre i 30 punti. Il Troina è in fuga, però siamo ad un soffio dal secondo posto. Gli obiettivi li vedremo nel girone di ritorno, ma il principale è di mantenere la categoria, facendo parlare di noi. Altri discorsi vanno rimandati”.

Raffaele allarga poi il discorso, proiettandosi anche all’imminente confronto di Coppa: “Confido in tutti i giocatori e vorrei anzi maggiore entusiasmo da parte della piazza. Quest’anno si ripartiva da zero dopo il lavoro fatto, tenendo conto che ho 18 giocatori nuovi su 22. Ci siamo riusciti bene, a dimostrazione del lavoro che stiamo facendo. La soddisfazione è che dopo una caduta la squadra poi dimostra di avere il carattere necessario per cercare subito i tre punti. Ora andremo a Gela per la Coppa, non un obiettivo primario, ma vogliamo fare la nostra figura. Poi penseremo a Ebolitana e Palmese”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti